Judo, l'Azerbaigian chiude in bellezza il Grand Slam di Baku

La gioia del judoka azero Fatiyev dopo la vittoria
La gioia del judoka azero Fatiyev dopo la vittoria Diritti d'autore IJF
Diritti d'autore IJF
Di Andrea Barolini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nel terzo e ultimo giorno del Grand Slam di Baku, l'Azerbaigian si è aggiudicato un'altra medaglia d'oro con Murad Fatiyev

PUBBLICITÀ

Anche il terzo giorno del Grand Slam di Baku ha regalato un'entusiasmante giornata di judo nella capitale azera.

E ancora una volta, sono numerosissimi i bambini accorsi per riempire la National Gymnastics Arena per ammirare i loro eroi sportivi sulla via della gloria in uno degli eventi principali del World tour dell'IJF.

La finale dei -90 kg ha visto Murad FATIYEV affrontare il campione ungherese Krisztian TOTH. A quasi quattro minuti dal golden score, Fatiyev ha colto una ghiotta occasione e ha superato il suo avversario, per la gioia del pubblico. "Il pubblico ci ha sostenuti molto, ed è forse grazie a loro se ho ottenuto questo risultato. Abbiamo già vinto tre medaglie d'oro e crediamo che nella prossima finale ne otterremo un'altra". Farid GAYIBOV, ministro della Gioventù e dello Sport dell'Azerbaigian, ha consegnato le medaglie.

Guusje STEENHUIS e Yuliia KURCHENKO hanno concluso la sfida al golden score dopo una dura battaglia nei -78 kg. La judoka olandese non ha però perso tempo e con un ko-uchi gari nel primo scambio ha avuto ragione della sua avversaria e ha conquistato il titolo.  La medaglia le è stata consegnata da Vladimir BARTA, direttore sportivo dell'IJF. "Era un po' che non vincevo una medaglia d'oro, e per questo è davvero importante per la mia fiducia dimostrare a tutti che posso portare a casa un titolo. Alla gente piacciono molto le tecniche di lancio e le vittorie: è davvero bello".

Nei -100 kg il numero uno del mondo Ilia SULAMANIDZE si è assicurato il primo posto sul podio, grazie ad una tecnica di sacrificio che ha portato Piotr KUCZERA a perdere per ippon. La medaglia gli è stata consegnata dall'amministratore delegato di Harvest Group, Almaz ALSENOV.

Nei+78 kg Romane DICKO ha conquistato il titolo con una vittoria in finale contro l'italiana Asya TAVANO. Le medaglie sono state consegnate da Mohammed MERIDJA, direttore didattico e tecnico dell'IJF.

Nei +100 kg, Valeriy ENDOVITSKIY ha concluso l'evento in grande stile contro Dzhamal GAMZATKHANOV con un grandioso ippon! Le medaglie sono state consegnate da Ki-Young JEON, direttore degli arbitri dell'IJF.

E ancora una volta i judoka azeri hanno dato spettacolo per il nutrito pubblico di casa, mostrando la loro passione e il loro impegno per il judo. Con la conclusione del Grand Slam di quest'anno, il World tour si congeda. Prossimo appuntamento previsto per il 1 marzo a Tashkent, in Uzbekistan.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Judo, l'Azerbaigian domina la seconda giornata al Grand Slam di Baku

Le stelle del judo tornano a Baku per il Grand Slam

Judo, al Grand Slam di Parigi brilla la stella di Clarisse Agbegnenou