Judo, l'Azerbaigian domina la seconda giornata al Grand Slam di Baku

Alcuni degli atleti finalisti al Grand Slam di Baku
Alcuni degli atleti finalisti al Grand Slam di Baku Diritti d'autore IJF
Diritti d'autore IJF
Di Andrea Barolini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Due medaglie d'oro e una finale tutta "in casa" per gli atleti azeri nella seconda giornata del Grand Slam di Baku

PUBBLICITÀ

I judoka azeri hanno dominato la seconda giornata del Grand Slam di Baku, aggiudicandosi due medaglie d'oro. Una performance certamente apprezzata dal capo di Stato dell'Azerbaigian,Ilham Aliyev, da sempre appassionato di judo. Il presidente ha di recente visitato il Centro nazionale di addestramento, struttura all'avanguardia per questo sport che ha contribuito a rendere gli atleti azeri particolarmente competitivi. Ma nell'intera nazione asiatica la passione per il judo è particolarmente radicata, il che contribuisce a sostenere i judoka di oggi e a preparare anche i talenti di domani. 

Nei -73 kg, l'eroe di casa e numero uno del ranking mondiale Hidayat HEYDAROV non ha mancato la vittoria per il terzo anno consecutivo, superando in finale il tagiko Abubakr Sherov. Si tratta dellaquarta vittoria in assoluto per l'azero. A consegnare la medaglia, il presidente della Federazione di judo dell'Azerbaigian, Rashad Nabiyev. "È la quarta volta che vinco questo Grand Slam - ha commentato Heydarov -. Mi sento molto amato qui e se Dio vuole porterò a casa una medaglia d'oro olimpica".

Un'altra numero uno al mondo, la candadese Catherine BEAUCHEMIN-PINARD, era in cerca di gloria nei -63 kg. Tuttavia, dopo un'estenuante battaglia, è stata l'austriaca Lubjana PIOVESANA a trovare la forza di ottenere un ippon e conquistare la vittoria. Il vicepresidente dell'IJF, Laszlo TOTH, ha consegnato le medaglie. "Mi aveva già battuta tre volte in passato - ricorda Piovesana - e sempre in combattimenti simili, quindi penso che sia davvero una grande judoka. Penso che sia la numero uno al mondo in questo momento e averla come amica è davvero bello".

Nei -70 kg si sono affrontate due ex campionesse del mondo: Marie Eve GAHIE e Barbara MATIC. Quest'ultima è riuscita ad ottenere un ippon e vincere la gara. Le due atlete non hanno mancato di sottolineare il grande rispetto reciproco. La medaglia è stata consegnata da Fabrice CAQUIN, CEO di Selerys.

La finale dei -81 kg è stata invece tutta azera: i connazionali Omar RAJABLI e Zelim TCKAEV si sono affrontati per il titolo. TCKAEV ha ottenuto un ippon e si è assicurato la sua seconda vittoria nel Grand Slam!Michael MICHAELY, presidente della CEDCO Ungheria, ha consegnato le medaglie.

Spazio qui a Baku anche per "I Promise", campagna lanciata dalla Federazione di judo dell'Azerbaigian che ha coinvolto oltre quattromila tra bambini, adolescenti e atleti che si sono impegnati contro il bullismo, indossando simbolici braccialetti. Appuntamento a domenica per i pesi massimi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Judo, l'Azerbaigian chiude in bellezza il Grand Slam di Baku

Judo, al Grand Slam di Parigi brilla la stella di Clarisse Agbegnenou

Judo, la Francia brilla nel primo giorno del Grand Slam di Parigi