Regno Unito, aumento del 589% degli episodi di antisemitismo nel 2023: due terzi dopo il 7 ottobre

Image
Image Diritti d'autore Leonard Ortiz/ 2022, Orange County Register/SCNG
Diritti d'autore Leonard Ortiz/ 2022, Orange County Register/SCNG
Di Michela Morsa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Community security trust ha registrato 4.103 episodi, il totale più alto mai rilevato in un anno. Di questi, 2.699 si sono verificati dopo l'attacco di Hamas a Israele. Aumento nelle scuole e nelle università

PUBBLICITÀ

Il Regno Unito è preoccupato per l'impennata di episodi antisemiti nel Paese in seguito al 7 ottobre, giorno in cui Hamas ha attaccato Israele e data di inizio della dura offensiva israeliana sulla Striscia di Gaza

I dati del Community security trust (Cst), che monitora gli abusi e gli attacchi antiebraici e fornisce sicurezza alle comunità ebraiche del Regno Unito, rivelano un aumento senza precedenti del 589 per cento del numero di incidenti antisemiti rispetto allo stesso periodo del 2022. 

Il Cst ha registrato 4.103 episodi di antisemitismo nel Regno Unito nel 2023, il totale più alto in un anno mai segnalato all'organizzazione. Due terzi si sono verificati dopo il 7 ottobre: 2.699, rispetto ai 392 dello stesso periodo del 2022. 

Il ministro degli Interni James Cleverly ha affermato che l’aumento dell’odio e degli abusi antiebraici è “assolutamente deplorevole”, e Yvette Cooper, la sua controparte laburista, ha affermato che è una "macchia" sulla società. 

Il 7 ottobre come evento scatenante

Il Cst ha affermato che l’attacco di Hamas contro Israele il 7 ottobre è stato un “evento scatenante [che] ha avuto un effetto sismico sul livello degli incidenti antisemiti nel Regno Unito… e l’impatto è stato immediato”.

L'organizzazione, infatti, ha ricevuto la prima segnalazione alle 12.55 del 7 ottobre. Al termine della giornata, gli incidenti segnalati erano diventati 31. Il numero è poi aumentato nei giorni successivi, raggiungendo un picco di ottanta l'11 ottobre, il totale più alto registrato dal Cst in un singolo giorno. 

Il Cst ha sottolineato che si sono verificati precedenti picchi di antisemitismo durante e dopo i conflitti a Gaza nel 2021, 2014 e 2009.

Ma si legge: “C’è una differenza fondamentale questa volta: gli incidenti antisemiti sono saliti alle stelle subito dopo un attacco terroristico responsabile del più alto numero di vittime tra ebrei mai registrato dall’Olocausto, prima che Israele avesse coordinato qualsiasi risposta militare sostanziale”.

Aumento degli episodi antisemiti in scuole e università

L’organizzazione ha registrato un forte aumento degli episodi di odio e abusi antisemiti nelle scuole e nelle università.

Nel 2023 sono stati registrati 87 incidenti nelle scuole ebraiche, rispetto ai 20 dell’anno precedente. Altri 111 incidenti hanno coinvolto bambini ebrei lontani da scuola, rispetto ai 41 del 2022, e 127 che hanno coinvolto bambini ebrei o personale di scuole non religiose.

Anche il numero di incidenti nelle università e in altri istituti di istruzione superiore ha superato i record nel 2023, con 182 incidenti contro i 60 dell’anno precedente.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Londra, nuove banconote con l'immagine di re Carlo III

Udienza per l'estradizione di Assange, gli Usa: Ha messo in pericolo vite innocenti

In Europa aumentano antisemitismo e islamofobia