Guerra a Gaza: bombe sull'ospedale Nasser, quindici morti nel sud del Libano

bombardamento a Gaza
bombardamento a Gaza Diritti d'autore (AP Photo/Mohammed Dahman, File
Diritti d'autore (AP Photo/Mohammed Dahman, File
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Israele ha attaccato l'ospedale Nasser a Khan Younis, almeno una persona è morta, decine sono state arrestate mentre lasciavano l'edificio. Bombardamenti anche nel sud del Libano. Continuano gli appelli per evitare la catastrofe umanitaria a Rafah

PUBBLICITÀ

L'esercito israeliano (Idf) ha bombardato il reparto ortopedico dell'ospedale Nasser a Khan Younis, nella Striscia di Gaza. Nell'attacco ci sarebbero stati almeno un morto e diversi feriti. Israele aveva dato ordine di evacuare l'ospedale prima del bombardamento. Secondo Al Jazeera, i soldati israeliani hanno arrestato decine di persone durante l'evacuazione.

L'attacco all'ospedale, dove rimangono ancora molti pazienti, farebbe parte del piano di Israele per l'attacco via terra contro la vicina città di Rafah. Dopo i bombardamenti dei giorni scorsi, l'Idf sarebbe pronto a entrare nella città. Intanto, molti palestinesi stanno lasciando la città nel sud della Striscia, dove ora vivono in preoccupanti condizioni più di un 1,4 milioni di persone, e si stanno dirigendo verso Deir el-Balah e il campo profughi di Nuseirat.

Un 16enne morto e 13 feriti in Cisgiordania

Mercoledì l'Idf ha aperto il fuoco nella città di Beit Ummar, in Cisgiordania. Un ragazzo di 16 anni è morto in ospedale dopo essere stato colpito mentre usciva da scuola. Si tratta della centesima vittima minorenne uccisa in Cisgiordania dall'inizio dell'offensiva di Israele dopo l'attacco di Hamas del 7 ottobre. Altre 13 persone sono rimaste ferite durante l'aggressione. 

Attacco nel sud del Libano: quindici morti

Registrati mercoledì anche attacchi aerei di Israele nel sud del Libano, ci sono quindici morti secondo l'emittente Al-Jazeera: 11 sono civili, tra cui sei bambini, e quattro miliziani di Hezbollah. Il bombardamento ha sollevato il timore di un più ampio conflitto regionale. 

Gli attacchi sarebbero stati effettuati in risposta a un razzo di Hezbollah che ore prima aveva colpito una base militare nel nord di Israele uccidendo una soldatessa. Dall'inizio della guerra a Gaza, gli scontri tra Israele e l'organizzazione sciita si sono intensificati, provocando decine di vittime.

L'appello per fermare l'operazione a Rafah

I leader di Australia, Canada e Nuova Zelanda, il presidente francese Emmanuel Macron e il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus hanno lanciato un appello a Israele affinché non proceda con l'operazione via terra a Rafah. "Non credo che nemmeno l'inferno possa descriverlo... Chiedo a Israele di non farlo", ha detto Tedros. 

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha incontrato l'omologo egiziano Abdel Fattah el-Sisi al Cairo. I due hanno fatto un appello per il cessate il fuoco a Gaza. Ma già mercoledì il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha fatto sapere che l'operazione a Gaza continua e che non ci saranno nuovi colloqui finché Hamas non cambierà la sua 'deliranti' richieste.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza, protesta dell'Ue per attacchi Israele su Rafah: "La gente non può scappare"

Cisgiordania: a Jenin tre palestinesi uccisi in ospedale da forze israeliane

Israele risponde agli inviti alla moderazione: "Colpiremo l'Iran, al momento giusto"