EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

È morto Vittorio Emanuele di Savoia, figlio dell'ultimo re di Italia

Vittorio Emanuele di Savoia
Vittorio Emanuele di Savoia Diritti d'autore Casa reale Savoia
Diritti d'autore Casa reale Savoia
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il figlio dell'ultimo re d'Italia si è spento a 86 anni. Dal 1946 fino al 2002 la famiglia Savoia ha vissuto in esilio in Svizzera

PUBBLICITÀ

Si è spento a Ginevra a 86 anni Vittorio Emanuele di Savoia, figlio di Umberto II, l'ultimo re d'Italia, e di Maria José. L'annuncio è stato dato da casa Savoia.

"Alle ore 7.05 di questa mattina, 3 febbraio 2024, Sua Altezza Reale Vittorio Emanuele, Duca di Savoia e Principe di Napoli, circondato dalla Sua famiglia, si è serenamente spento in Ginevra. Luogo e data delle esequie saranno comunicati appena possibile", si legge nella nota.

Vittorio Emanuele ha vissuto in Svizzera fino al 2002, quando venne abolita la norma costituzionale che obbligava gli eredi maschi di casa Savoia all'esilio. Nello stesso anno Vittorio Emanuele accettò la fine della monarchia e con il figlio giurò davanti al presidente della Repubblica rinunciando a qualunque pretesa dinastica sullo Stato italiano.

La condanna a Vittorio Emanuele per porto abusivo d'armi

Coinvolto in diverse vicende giudiziarie, è stato sempre prosciolto tranne per l'accusa di porto abusivo di armi da fuoco in relazione al caso della morte del giovane studente tedesco Dirk Hamer. Nel 1978, sull'isola di Cavallo in Corsica, il ragazzo di 19 anni fu ferito a una gamba mentre Vittorio Emanuele e presumibilmente altre persone spararono durante il furto del gommone dello yacht dell'erede della famiglia Savoia. Il giovane morì alcuni mesi dopo per l'aggravarsi della sua situazione. Vittorio Emanuele fu condannato solo a sei mesi con la condizionale per il porto abusivo di arma da fuoco.

La disputa sull'erede al trono della casa Savoia

Dal 2006 è nata una controversia su chi sarebbe dovuto succedere al trono dopo Umberto II. Secondo alcuni si dovrebbe considerare il vero capo del casato il cugino Amedeo di Savoia-Aosta e, a seguito della morte di questi, il figlio Aimone di Savoia-Aosta e non Vittorio Emanuele e di conseguenza il figlio Emanuele Filiberto

Alcuni esponenti dell'aristocrazia italiana, gruppi monarchici e appassionati sostengono che il matrimonio di Vittorio Emanuele con Marina Ricolfi Doria, mai riconosciuto da suo padre, abbia tolto dalla linea dinastica Vittorio Emanuele. Per questo motivo l'unico capo del casato sarebbe Amedeo di Savoia, già sposato con regio assenso con una principessa d'Orléans. Secondo quanto riportato in un'intervista a Vittorio Emanuele rilasciata al settimanale Point de Vue, però, Umberto II non si espresse mai su questa questione di Amedeo, perché "cosa inesistente".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

A Torino i funerali di Vittorio Emanuele di Savoia, letto un messaggio inviato dal Papa

L'Etna torna a eruttare: allerta arancione, problemi ai voli a causa della cenere

Stromboli, lava e nubi di cenere del vulcano sul mare. Vulcanologo Ingv "fuori dall'ordinario"