Attacco russo su larga scala in Ucraina: sale il bilancio dei morti

vittime in Ucraina
vittime in Ucraina Diritti d'autore Evgeniy Maloletka/Copyright 2020 The AP. All rights reserved
Di Euronews Agenzie:  Ansa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

La Russia ha sferrato il più vasto attacco aereo sui territori dell'Ucraina. Le vittime sono almeno trenta, oltre 160 i feriti. Edifici colpiti a Kiev, Dnipro e Kherson. Mosca accusa il sistema antiaereo ucraino per i decessi tra i civili. Un missile russo ha sorvolato i cieli della Polonia

PUBBLICITÀ

La Russia ha lanciato 122 missili e decine di droni contro obiettivi ucraini, uccidendo almeno trenta civili in tutto il Paese, 160 i feriti. Si è trattato, secondo un ufficiale delle forze aeree di Kiev, del più grande bombardamento aereo della guerra in Ucraina, con l'impiego di droni e missili ipersonici. Vittime sono state registrate nella capitale, ma anche a Dnipro e Kherson. Mosca ha commentato l'attacco, accusando il sistema di difesa aereo ucraino per i civili morti.

Morti e feriti sotto le macerie a Kiev

La polizia ucraina ha dichiarato di aver registrato 51 bombardamenti da parte delle forze russe tra la notte giovedì e la mattina di venerdì, in cui sono stati colpiti edifici residenziali, strutture sanitarie, una scuola, una chiesa ed edifici commerciali.

Secondo il Servizio di Emergenza dello Stato, nella capitale Kiev sono stati confermati sei morti, ma nel pomeriggio il bilancio è salito mentre i soccorritori cercavano tra le macerie. Durante gli attacchi di Mosca, i cittadini di Kiev hanno trovato rifugio in una stazione della metropolitana, in attesa che l'allarme aereo smetesse di suonare.

A Dnipro colpito un ospedale pediatrico

A Dnipro, la mattina del 29 dicembre, si sono verificate una serie di esplosioni durante un allarme aereo. Sono stati colpiti un centro commerciale, un ospedale pediatrico e un edificio residenziale. Le donne sono state portate in un rifugio subito dopo l'allarme aereo. Le autorità locali della città dell'Ucraina orientale hanno fatto sapere che sono stati registrati cinque decessi dopo gli attacchi russi e più di venti persone sono rimaste ferite.

Kherson colpita con droni kamikaze e carri armati

Cinque persone sono rimaste ferite nel massiccio attacco russo di venerdì sera contro la regione di Kherson, nell'Ucraina meridionale: lo ha reso noto su Telegram il capo  dell'amministrazione militare regionale, Oleksandr Prokudin, come riporta Ukrinform. Le truppe russe hanno attaccato la regione 108 volte, sparando 536 proiettili, ha precisato Prokudin, sottolineando che l'esercito di Mosca ha utilizzato mortai, artiglieria, droni kamikaze, carri armati, aerei, cannoni automatici ZU-23-2 e sistemi missilistici a lancio multiplo Grad. Ventiquattro proiettili sono stati lanciati contro la città di Kherson.  Gli attacchi hanno preso di mira le aree residenziali degli insediamenti della regione di Kherson. Una sede degli aiutiumanitari è stata colpita nel distretto di Beryslav, così comeun'infrastruttura critica, un dormitorio e un'azienda di manutenzione di ascensori a Kherson. 

A Zaporizhzhia dichiarato un giorno di lutto

È aumentato a nove il bilancio dei  morti nell'attacco missilistico russo di ieri sulla città di Zaporizhzhia, nell'Ucraina sud-orientale: lo ha reso noto su Telegram il sindaco ad  interim, Anatolii Kurtiev, come riporta Ukrinform. I russi "hanno brutalmente ucciso nove civili innocenti nellanostra città", ha scritto Kurtiev annunciando che a Zaporizhzhia è stato dichiarato un giorno di lutto. Nel complesso, 12 missili sono stati lanciati sulla città: uno ha colpito un edificio residenziale, distruggendolo completamente. Il bilancio delle vittime di Zaporizhzhia è il più alto registrato in un'unica località colpita.

Mosca: "Attacchi contro strutture militari"

La Russia ha lanciato attacchi solo contro le infrastrutture militari in Ucraina: la responsabilità delle vittime civili sta nel sistema di difesa aerea di Kiev. Lo hanno detto le autorità di Mosca all'Onu. "Aspettatevi le peggiori notizie nel prossimo futuro", aggiunge.

Missile russo nello spazio aereo polacco

Il generale Wieslaw Kukula, capo dello Stato Maggiore delle Forze Armate polacche, ha dichiarato che venerdì mattina un missile russo è penetrato per circa quaranta chilometri nello spazio aereo polacco. Il presidente Andrzej Duda ha convocato una riunione di emergenza sulla sicurezza per discutere dell'incidente e centinaia di forze di sicurezza sono state dispiegate per perlustrare l'area in cui è stato rilevato l'oggetto.

Il ministero degli Esteri polacco ha reso noto venerì sera di aver convocato l'incaricato d'affari russo Andrei Ordasz. Il viceministro degli Esteri polacco Wladyslaw Teofil Bartoszewski ha consegnato a Ordasz una nota chiedendo unaspiegazione dell'incidente e "l'immediata cessazione di tali attività", afferma il dicastero di Varsavia sul suo sito internet.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

In Russia sotto l'albero di Natale i carri armati giocattolo Abrams e Leopard

Ucraina, la Russia lancia il maggiore attacco aereo della guerra: decine di morti

Guerra in Ucraina: attacchi su Odessa e Kharkiv, Kiev sigla il trattato di sicurezza con Paesi Bassi