Ucraina, l'inverno è un nemico ma anche un alleato in più: soldati e civili si preparano

In Ucraina un civile intento a rimettere in piedi la sua abitazione
In Ucraina un civile intento a rimettere in piedi la sua abitazione Diritti d'autore Alex Babenko/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Temperature gelide al fronte: l'attesa e le esercitazioni dei soldati ucraini. I civili cercano di ricostruire le loro case distrutte

PUBBLICITÀ

L'inverno è un ''Generale'' infallibile: rallenta le avanzate, premia le guerre di posizione e la guerriglia, non regala vittorie definite.

In Ucraina, i militari si preparano alla fase del conflitto che gela le speranze di un esito se non veloce almeno imminente.

Le esercitazioni contro i sabotatori russi

Gran parte della regione settentrionale di Chernihiv è coperta di neve: un gruppo di militari ucraini in mimetica è messo alla prova nelle esercitazioni finalizzate a identificare e respingere sabotatori russi. 

Chernihiv, insieme con la vicina regione di Sumy, è spesso nel mirino di gruppi di sabotaggio provenienti da oltre il confine con la Russia.

Oleksandr è istruttore militare, spiega le finalità dell'addestramento: "Credo che per smorzare la paura sia necessario passare attraverso l'addestramento. Ti tempra".

La consegna di abbigliamento invernale ai soldati ucraini

L'organizzazione danese "Difesa Ucraina" consegna forniture di vestiti caldi ai soldati: l'associazione ha raccolto il denaro per acquistare dell'abbigliamento invernale professionale per gli ucraini in trincea.

"Ne abbiamo sicuramente bisogno. Siamo in battaglia, quindi corriamo, assaltiamo, attacchiamo. I vestiti possono strapparsi o impregnarsi, quindi bisogna essere in grado di cambiarsi."

Ucraina, i civili ricostruiscono le case distrutte

Ma l'inverno rende difficile anche la vita dei civili. Nelle aree liberate gli ucraini sono impegnati a preparare le loro abitazioni alle temperature gelide.

Il villaggio di Blagodatne nella regione di Mykolaïv, a nord-ovest di Kherson, è stato quasi raso al suolo dai combattimenti. Ma diversi residenti stanno attualmente cercando di ricostruire le loro case.

Viktor si trova di fronte a ciò che rimane della sua casa, costruita nel 1990, dove aveva sognato di trascorrere la sua vita. Anche se la casa e il villaggio sono in rovina dopo gli attacchi russi, Viktor vive ancora lì.

Gli amici e i suoi concittadini lo aiutano a rimettere in piedi quel che è rimasto della sua vita precedente.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina, in bilico gli aiuti a Kiev. Attesa per i bilanci Ue e Usa

Ucraina, due anni dall'inizio della guerra: il bilancio del conflitto

Due anni di guerra in Ucraina: "Ogni morto è come se fosse un familiare"