Giornata per l'eliminazione della violenza contro le donne, manifestazioni in tutto il mondo

Women with masks march with placards with the names of women who have been killed, during the International Day for the elimination of Violence against women.
Women with masks march with placards with the names of women who have been killed, during the International Day for the elimination of Violence against women. Diritti d'autore Felipe Dana/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Euronews Digital
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nel giorno in cui Filippo Turetta è stato estradato dalla Germania, decine di migliaia di persone sono scese in piazza, tra l'altro, a Roma, Parigi e Madrid

PUBBLICITÀ

"Non vogliamo più contare le vittime": migliaia di persone, molte delle quali vestite con un tocco di viola, il colore del femminismo, hanno manifestato in tante grandi città contro la violenza sulle donne, chiedendo al governo di fornire più risorse.

Francia

In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, associazioni e sindacati femministi hanno organizzato manifestazioni in tutta la Francia, chiedendo una migliore protezione per le donne vittime di violenza.

Il "persistere della violenza contro le donne non è inevitabile, dobbiamo mettervi fine e lo faremo", ha dichiarato il presidente francese Macron, in un video pubblicato sui social.

Per le associazioni femministe, i sindacati e le personalità di sinistra la strada da fare è ancora lunga.

"Le riforme marginali non bastano", ha affermato Maëlle Lenoir, del coordinamento nazionale del collettivo 'Nous Toutes', in una conferenza stampa.

Il gruppo stima che siano necessari "più di due miliardi di euro" per combattere efficacemente la violenza contro le donne.

Nel 2022, in Francia sono stati registrati 118 femminicidi, un dato quasi stabile rispetto al 2021, secondo i dati ufficiali: nei primi 11 mesi del 2023, le associazioni femministe hanno registrato 121 femminicidi.

Le marce si sono svolte in diverse città della Francia: a Parigi, Lione, Strasburgo, Nantes e Lille.

Alla manifestazione di Parigi, presenti anche alcune bandiere palestinesi.

Italia

Intanto, Filippo Turetta, reo confesso dell'omicidio dell'ex fidanzata Giulia Cecchettin in un caso che ha scosso l'Italia, è stato estradato dalla Germania, mentre migliaia di persone si preparavano a scendere in piazza per celebrare la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

Il 21enne italiano è atterrato all'aeroporto di Venezia e dovrà ora dar conto della morte di Giulia Cecchettin, il cui corpo è stato ritrovato il 18 novembre in un fosso vicino a un lago ai piedi delle Alpi.

Secondo i dati del ministero dell'Interno italiano, quest'anno sono state uccise finora 106 donne, 55 delle quali da partner o ex partner.

Nei giorni successivi al ritrovamento del corpo, le chiamate al numero verde nazionale per le donne che temono per la loro sicurezza da parte di uomini sono aumentate da circa 200 a 400 al giorno.

Giulia Cecchettin è stata ricordata, tra le altre città, in due grandi raduni, a Roma e Messina.

All’inizio di questa settimana, il parlamento italiano ha approvato nuove misure per reprimere la violenza contro le donne, dopo il sostegno unanime delle due Camere.

Spagna

Anche la Spagna ha marciato (a Madrid e altre città) e, in questo periodo, rafforzato le leggi per affrontare il problema, ma per gli attivisti nuovi tipi di violenza stanno emergendo attraverso Internet e l’intelligenza artificiale.

"L'importante - dice Ana Redondo, ministra spagnola per l'Uguaglianza - è che la voce delle donne e la voce di tutte le femministe contro la violenza, contro ogni tipo di violenza contro le donne, sia ascoltata in maniera assai forte".

Resto del mondo

Manifestazioni simili si sono registrate in Stati Uniti, America Latina e Asia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Austria: lascia il carcere psichiatrico il mostro di Amstetten, per 24 anni abusò della figlia

Francia, confessa l'omicida della compagna e dei 4 figli: "Ho sentito delle voci"

Jonathan Majors condannato per aggressione all'ex fidanzata