EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Stato d'emergenza in Islanda per rischio eruzione vulcanica, evacuati in migliaia

Un vulcano islandese
Un vulcano islandese Diritti d'autore Marco Di Marco/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Marco Di Marco/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'Islanda dichiara lo stato d'emergenza a causa dell'instensificarsi dell'attività sismica nella penisola di Reykjanes. L'eruzione del vulcano Fagradalsfjall sembra imminente, evacuata la città di Grindavik

PUBBLICITÀ

La Protezione civile islandese ha ordinato l'evacuazione di Grindavík - una cittadina di 3.700 abitanti situata sulla penisola di Reykjanes, a circa 60 chilometri dalla capitale Reykjavik - a causa del rischio di un'eruzione vulcanica legata alle forti scosse di terremoto che si registrano da venerdì.

Il servizio meteorologico nazionale (Imo) ha aggiornato le previsioni, non escludendo più la possibilità che in caso di un'eruzione la lava possa colpire la cittadina.

Le strade della zona sono state chiuse al traffico e la Laguna Blu, nota attrazione turistica, ha annunciato la chiusura per una settimana. L'Istituto geofisico statunitense (Usgs) riporta sul suo sito che ieri sono state registrate 12 scosse, la più forte delle quali di magnitudo 5.9. Al momento non si segnalano disagi all'aeroporto internazionale di Keflavík, che si trova a 23 chilometri dal centro urbano.

Rischio in aumento

Secondo l'IMO, la probabilità di un'eruzione sulla penisola di Reykjanes o nelle immediate vicinanze è aumentata a partire da domenica, e potrebbe cominciare nei prossimi giorni.

Thor Thordason, professore di vulcanologia presso l'Università d'Islanda, ha spiegato che un fiume di magma lungo 15 km che scorre sotto la penisola è ancora attivo. "È per questo che stiamo parlando di un'eruzione imminente, purtroppo. Il lato più probabile dell'eruzione sembra essere all'interno del confine della città di Grindavík", ha dichiarato alla Bbc.

Nelle ultime settimane sono state registrate migliaia di scosse intorno al vicino vulcano Fagradalsfjall, che si sono concnentrate nella penisola islandese di Reykjanes, inattiva da 800 anni prima dell'eruzione del 2021.

In un comunicato di sabato, l'agenzia ha dichiarato che un tunnel di magma, o roccia fusa, che si estende a nord-est attraverso Grindavík e a circa 10 km nell'entroterra, è stato stimato a una profondità inferiore a 800 metri, rispetto ai 1.500 metri della giornata precedente.

Adagiata su una faglia, l'Islanda è un Paese ad altissima attività sismica e vulcanica. L'episodio più grave degli ultimi tempi risale al 2010, quando le ceneri e micropolveri immesse nell'atmosfera dall'eruzione del vulcano  Eyjafjallajokull causarono la chiusura dello spazio aereo in Europa.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Indonesia, almeno 11 escursionisti morti e 12 dispersi nell'eruzione del Monte Merapi

In Islanda il vulcano Litli Hrútur erutta da cinque giorni

Islanda, nuova eruzione vulcanica ad appena otto mesi dall'ultima