EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Scontri tra truppe israeliane e Hamas a Gaza. Netanyahu: "La battaglia continuerà con piena forza"

Palestinians mourn their relatives killed in the Israeli bombardment of the Gaza Strip, in the hospital in Khan Younis, Saturday, Nov. 11, 2023.
Palestinians mourn their relatives killed in the Israeli bombardment of the Gaza Strip, in the hospital in Khan Younis, Saturday, Nov. 11, 2023. Diritti d'autore Fatima Shbair/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Fatima Shbair/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Euronews Digital
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Israele nega, ma l'Esercito dice che aiuterà l'evacuazione dei neonati: migliaia di feriti di guerra, personale medico e civili sfollati sono rimasti coinvolti nei combattimenti

PUBBLICITÀ

Truppe israeliane e uomini armati di Hamas si sono scontrati fuori dal più grande ospedale di Gaza, dove medici in preda al panico hanno riferito che l'ultimo generatore era rimasto senza carburante, causando la morte di un bambino prematuro e di altri quattro pazienti.

Migliaia di feriti di guerra, personale medico e civili sfollati sono rimasti coinvolti nei combattimenti.

L'Esercito israeliano ha risposto definendo "una menzogna" l'assedio e gli attacchi da parte delle sue truppe all'ospedale "Al Shifa" a Gaza, confermando gli scontri con i miliziani di Hamas nelle zone vicine al centro medico ed annunciando che aiuterà l'evacuazione dei neonati dalla struttura ospedaliera.

Fonti ministeriali di Gaza assicurano che l'ospedale in questione ed il resto dei principali centri sanitari di Gaza City e del nord della Striscia sono circondati dalle truppe israeliane,

Cessate-il-fuoco una chimera?

Negli ultimi giorni, i combattimenti a nord di Gaza si sono intensificati e le scorte sono finite.

La battaglia di Israele per schiacciare i militanti di Hamas al potere a Gaza continuerà con piena forza: un cessate-il-fuoco sarebbe possibile solo se tutti i 239 ostaggi tenuti dai militanti a Gaza fossero rilasciati
Benjamin Netanyahu
premier israeliano

Netanyahu ha respinto le crescenti richieste internazionali per un cessate- il-fuoco, affermando che la battaglia di Israele per schiacciare i militanti di Hamas al potere a Gaza continuerà con “piena forza”.

Un cessate il fuoco sarebbe possibile solo se tutti i 239 ostaggi tenuti dai militanti a Gaza fossero rilasciati, ha detto in un discorso televisivo.

Per l’Esercito israeliano, Hamas ha stabilito posti di comando dentro e sotto gli ospedali, utilizzando i civili come scudi umani.

Il personale medico di Shifa ha negato tali affermazioni, accusando Israele di danneggiare i civili con attacchi indiscriminati.

Migliaia di palestinesi sono in fuga dall'area, mentre l'Esercito israeliano si spinge più in profondità nei quartieri urbani densamente popolati.

Il bilancio delle vittime palestinesi avrebbe superato le 11.000 unità.

Il Libano non ride...

Le tensioni, intanto, sono ancora in aumento anche al confine con il Libano, mentre gli scontri continuano e Hezbollah afferma che sta introducendo nuove armi nella battaglia con le truppe israeliane.

Il ministro della Difesa israeliano, Yoav Gallant, ha avvertito che Beirut potrebbe subire la stessa sorte di Gaza se la formazione filo-iraniana trascinasse il Libano in una guerra.

"Quello che possiamo fare a Gaza, possiamo farlo anche a Beirut - ha detto durante una visita nel nord di Israele, al confine con il Libano - se Hezbollah commetterà questi errori qui, i primi a pagarne il prezzo saranno i cittadini libanesi".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il giallo del razzo sull'ospedale al-Shifa. Israele: "È stata Hamas"

La guerra tra Israele e Hamas è arrivata a un punto di non ritorno?

Guerra a Gaza: decine di morti nel campo di Nuseirat, la Nuova Zelanda contro Israele