EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Germania, batosta per Scholz: crollo alle regionali in Baviera e Assia

Esulta Boris Rhein, presidente regionale dell'Assia.
Esulta Boris Rhein, presidente regionale dell'Assia. Diritti d'autore Lando Hass/(c) Copyright 2023, dpa (www.dpa.de). Alle Rechte vorbehalten
Diritti d'autore Lando Hass/(c) Copyright 2023, dpa (www.dpa.de). Alle Rechte vorbehalten
Di Euronews - Ansa
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Un voto di protesta contro il governo di Berlino da parte di due tra i land più popolosi e benestanti della Germania. Secondo posto per l'AfD, il partito di estrema destra. Batosta per tutti i partiti di governo, compresi Spd e Verdi

PUBBLICITÀ

In Germania, nell'ultimo test elettorale prima delle Europee, la coalizione "semaforo" del c****ancelliere Olaf Scholz ha subito una pesante batosta in due land tedeschi del sud-ovest, Baviera e Assia.

Il partito conservatore di centrodestra Csu (i cristiano democratici bavaresi) vince le elezioni e mantiene il suo controllo, ormai decennale, in Baviera, mentre i cristiano-democratici della Cdu saranno nuovamente il partito più forte in Assia.

In entrambi i land, il secondo partito è l'AfD, Alternative fur Deutschland, movimento di estrema destra.

Crollo vertiginoso per l'Spd il partito di Scholz e calo significativo anche per i Verdi della ministra degli Esteri, Annalena Baerbock. 

In Assia e in Baviera

Sono stati chiamati al voto circa 9,4 milioni di elettori in Baviera e 4,3 in Assia.

In Assia, i cristiano-democratici della Cdu, all'opposizione a Berlino, festeggiano  grazie al balzo di quasi otto punti, che li conferma alla guida della loro roccaforte, con il 34,6%.

Mentre, pur con il peggior risultato dal 1950, la loro "ala conservatrice" bavarese della Csu si è confermata prima forza in Baviera, anche se con "solo" 36,4% e una flessione di 0,8 punti, in un land dove ancora vent'anni fa aveva una maggioranza dei due terzi.
Il leader e presidente regionale Markus Soeder, nonostante veda ridursi le chances della sua non-dichiarata corsa alla cancelleria nel 2025, ha subito lasciato intendere che continuerà a governare con la formazione di destra dei 'Liberi elettori', i quali hanno  raccolto il 15,3% e propendono per la stessa soluzione di continuità.

La ministra dell'Interno tedesca, Nancy Faeser, capolista dell'Spd in Assia e che sembra aver scontato la propria politica ondivaga sulla questione dei migranti, ha definito "molto deludente" il risultato del partito socialdemocratico, che ha raccolto solo il 15,1%, in calo di quasi 5 punti: ha detto che il partito si è mostrato "solidale" con lei, ma il sito della "Welt" sostiene che sia già partita la caccia al successore.

Michael Probst/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Nancy Faeser al voto. (Schwalbach, 8.10.2023)Michael Probst/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

In Baviera, invece, dove non è mai stata forte, l'Spd è scesa al suo minimo storico, risultando solo quinta con l'8,0% delle preferenze e una flessione di quasi due punti.

Anche i Verdi della titolare degli Esteri, Annalena Baerboeck hanno perso tre punti in Baviera, scendendo al 14,6%, e cinque in Assia (14,8%), dove però, in teoria, potrebbero continuare a governare con la Cdu del presidente regionale Boris Rhein.

Successo dell'AfD

Brinda, invece, l'estrema destra dell'Alternativa per la Germania, già accreditata come la seconda forza elettorale con oltre il 20% dei consensi a livello nazionale e la più forte nella maggior parte della ex DDR: l'Afd è cresciuta di ben quasi sei punti (al 16,0%) in Baviera e di 5,5 (al 18,,6%) in Assia, dove il risultato record la piazzerebbe al secondo posto.

Nessuno per ora si dice intenzionato ad allearsi con gli estremisti, ma la loro campagna anti-migranti sembra aver raccolto molti consensi.

Michael Probst/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
"Un'altra politica è possibile". (Oberreifenberg, 8.10.2023)Michael Probst/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

Crolla, infine, l'alleato liberale di Scholz: l'Fdp rischia di non superare la soglia di sbarramento del 5% in Assia ed è stimato ben sotto (al 2,9%) in Baviera.

Prevedibile affanno di Scholz

I dati confermano, quindi, i sondaggi della vigilia e le analisi che vedevano Scholz penalizzato dal rallentamento dell'economia, l'alta inflazione, l'aumento dei costi dell'energia, la questione immigrazione e dispute interne su molti dossier. ora che si è allentato il "collante" dell'invasione russa dell'Ucraina.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni regionali in Germania, l'opposizione conservatrice vince, l'estrema destra avanza

Germania, occhi puntati sulle elezioni in Baviera, barometro dei consensi del governo federale

Scontro Italia-Germania: salta l'accordo sulle crisi migratorie nell'Ue