EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Il padre di Kevin, 'ci dovranno spiegare'

La famiglia dell'operaio più giovane in stazione a Brandizzo
La famiglia dell'operaio più giovane in stazione a Brandizzo
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BRANDIZZO, 02 SET - "Sono venuto qui per vedere il luogo dove è morto mio figlio. Volevo cercare di capire che cosa può essere successo quella notte tremenda". A parlare è Massimo Laganà, il padre di Kevin, il più giovane dei cinque operai morti nell'incidente a Brandizzo, arrivato a sorpresa alla stazione. Con lui il padre, la compagna, l'altro figlio, parenti e amici. Tutti con addosso una maglietta con stampato il volto di Kevin. All'interno della stazione hanno percorso i binari fino al luogo dove si è verificato l'incidente e hanno sparato dei petardi. Il padre ha appeso sul muro della stazione un manifesto con la foto del ragazzo e un messaggio della zia 'Kevin ti amo'. "Non è il momento per lanciare accuse, ora c'è troppo dolore. Nei prossimi giorni però parleremo, mi dovranno spiegare che cosa è successo. Ci hanno detto che una curva impediva di vedere il treno, ma non è così", ha detto Laganà. Ai cronisti i familiari di Kevin hanno detto: "non smettete di parlare di questa tragedia". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Francia, Macron rassicura la Nato sugli impegni per l'Ucraina: dilemma maggioranza e primo ministro

Le notizie del giorno | 12 luglio - Serale

Ucraina, l'impegno della Nato per la difesa aerea: 40 miliardi di euro, in arrivo F-16 e Patriot