EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Romania: aumento dei casi di febbre del Nilo occidentale

Ospedale in Romania
Ospedale in Romania Diritti d'autore screenshot Euronews
Diritti d'autore screenshot Euronews
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nell'ultima settimana, in Romania, 7 persone hanno contratto la febbre del Nilo. 3 di loro sono morte

PUBBLICITÀ

In Romania si assiste a un rapido aumento dei casi di febbre del Nilo occidentale, trasmessa dalle zanzare. 
Nell'ultima settimana sette persone hanno contratto l'infezione, tre delle quali sono morte a causa di complicazioni. 

Gli scienziati rumeni hanno analizzato 81 campioni raccolti da quasi 2500 zanzare catturate in diverse zone di Bucarest: 13 di questi sono risultati positivi al test rapido e sono stati predisposti per il sequenziamento; in 9 di essi è stata confermata la presenza del virus del Nilo occidentale.

Non esiste una terapia specifica per la febbre West Nile.
Nella maggior parte dei casi, i sintomi scompaiono da soli dopo qualche giorno o possono protrarsi per qualche settimana. Nei casi più gravi è invece necessario il ricovero in ospedale. Il pericolo più grande è un grave danno al tessuto cerebrale, simile alla meningite.
Non esiste un vaccino che funzioni nell'uomo. 

Secondo l'Oms, l'80% delle persone non avverte alcun sintomo e vive il resto della propria vita senza mai sapere di aver contratto l'infezione. Ma il restante 20% sviluppa la febbre del Nilo occidentale, che nel 4,5% dei casi è fatale.

Secondo gli scienziati, l'aumento dei casi è dovuto al cambiamento climatico, che ha creato le condizioni favorevoli per la proliferazione di zanzare invasive. Si tratta di specie originarie del sud-est asiatico che si sono insediate in Europa negli ultimi 10 anni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Febbre del Nilo: così, lockdown e coronavirus potrebbero aver favorito i focolai

L'innovativo sistema olandese di assistenza agli anziani

Nestlé, distrutti due milioni di bottiglie d'acqua della filiale Perrier: scoperti batteri "fecali"