EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Cina, le piogge più forti degli ultimi 140 anni. In migliaia senza acqua o elettricità

La devastazione dopo il tifone Doksuri
La devastazione dopo il tifone Doksuri Diritti d'autore Ng Han Guan/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Ng Han Guan/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Ilaria Cicinelli
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Gli ultimi colpi di coda del tifone Doksuri hanno prodotto effetti devastanti a Pechino e nelle aree limitrofe. Mentre alcune regioni nel sud della Cina sono messe in ginocchio dalla siccità più a nord è tutto allagato. In migliaia sono sfollati o sono stati evacuati

PUBBLICITÀ

Sono le piogge più intense degli ultimi 140 anni quelle che hanno devastato il villaggio di Nanxinfang, nel distretto di Mentougou, a sud-ovest di Pechino, una delle zone più colpite, si sono visti pochi residenti, tranne quelli che sono tornati a pulire i vestiti, i mobili allagati e il fango nelle loro case.
Negli ultimi giorni la capitale e le aree limitrofe le acque hanno inondato la regione, trasformando le strade in canali dove le squadre di soccorso hanno utilizzato gommoni per salvare i residenti bloccati.

L'energia elettrica è stata interrotta in alcune zone, i trasporti pubblici e i corsi estivi sono stati sospesi e i cittadini della metropoli, che conta più di 20 milioni di abitanti, sono stati invitati a rimanere a casa. Almeno 20 persone sono morte nei sobborghi di Pechino e nelle aree circostanti della provincia di Hebei.

Una persona del posto, Li Mingmei, 45 anni, ha detto ai giornalisti dell'Afp che a un certo punto ha pensato di non essere in grado di sopravvivere all'alluvione. "Mi stavo prendendo cura di due persone anziane, quando l'acqua mi ha quasi sommerso la testa, come potevo uscire? Gli anziani non riuscivano a camminare", ha detto piangendo.
Li ha raccontato che il 31 luglio il livello dell'acqua è salito rapidamente fino alla sua vita, intrappolando lei e altri tre membri della famiglia, tra cui i suoceri che riuscivano a malapena a camminare da soli.
Le case di fronte alla casa di Li sono crollate una dopo l'altra quando è arrivata l'alluvione e suo marito ha visto gli abitanti del villaggio spazzati via dai torrenti, tra cui una famiglia di tre persone con un bambino, ha detto.

JADE GAO/AFP or licensors
Soccorritori mettono in salvo alcune persone a ZhuozhouJADE GAO/AFP or licensors

Gli sforzi di evacuazione sono stati intensificati anche a Zhuozhou, una città di oltre 600.000 abitanti a sud-ovest di Pechino, dove non si può più camminare per le strade a causa del livello dell'acqua. Sembrerebbe infatti che le autorità di Pechino abbiano fatto deviare il corso di un fiume che altrimenti avrebbe colpito la capitale. A finire completamente sott'acqua è stato invece il piccolo villaggio, che risulta essere una delle località più colpite. Gli abitanti sono bloccati nella cittadina senza acqua o elettricità dallo scorso 1 agosto. 

Le estati di Pechino sono di solito secche, ma quest'anno a un periodo di caldo da record è seguita una settimana di pioggia costante. La città ha registrato 744,8 millimetri di pioggia tra sabato 29 luglio e mercoledì 2 agosto, ha dichiarato l'Ufficio meteorologico di Pechino.

La situazione nel resto della Cina

Al di fuori della capitale, le forti piogge e l'alto livello dell'acqua nei fiumi del nord est della Cina hanno minacciato le città a valle venerdì, richiedendo l'evacuazione di migliaia di persone, anche se il Paese sembra aver evitato gli effetti peggiori della stagione dei tifoni che ha colpito alcune parti dell'Asia orientale.

Le province del nord-est della Cina, importanti produttrici di cereali, sono state le ultime a risentire degli effetti del tifone Doksuri. Nella provincia di Heilongjiang, confinante con la Russia, 19 fiumi hanno acque al di sopra dei livelli di allerta e la capitale della provincia, Harbin, ha emanato il massimo livello di allerta per le inondazioni, hanno dichiarato le autorità locali.Più di 20.000 persone sono state sfollate a Wuchang, un distretto agricolo fuori Harbin, ha dichiarato l'emittente statale CCTV.

A partire da venerdì 4 agosto, le precipitazioni cumulate nel Jilin hanno superato la media di 100 mm, con la regione più colpita che ha registrato 489 mm di pioggia - un volume tipicamente visto nel corso di un intero mese nella zona.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Estremo Oriente della Russia sott'acqua: Ussuriysk, tifone e crollo di una diga

Cina, in campo anche l'esercito per portare aiuti. Decine i dispersi, intere zone isolate

Dalla Cina forniture militari alla Russia: l'accusa degli Stati Uniti