EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Grecia, gli incendi raggiungono un deposito di munizioni causando forti esplosioni: evacuata l'area

Image
Image Diritti d'autore Tatiana Bolari/Eurokinissi
Diritti d'autore Tatiana Bolari/Eurokinissi
Di Michela Morsa
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Gli incendi boschivi che stanno devastando la regione della Magnesia, nella Grecia centrale, hanno raggiunto la base dell'aeronautica militare di Nea Anchialos. Non si segnalano feriti. Migliora la situazione nelle isole

PUBBLICITÀ

Nel pomeriggio di giovedì gli incendi boschivi che hanno colpito anche la regione della Magnesia, nella Grecia centrale, dove continuano a soffiare forti venti caldi, hanno raggiunto un'importante base dell'aeronautica militare a Nea Anchialos, a Volos. Le fiamme hanno causato una serie di esplosioni nel deposito di munizioni della base. 

Fortunatamente non si segnalano feriti perché tutto il personale era stato già evacuato. Salvi anche i jet F-16, trasferiti in un'altra base. 

Forte lo spavento nelle città vicine, dove l'onda d'urto ha distrutto finestre e facciate degli edifici, molti già abbandonati dai residenti. I Vigili del Fuoco hanno evacuato almeno 12 villaggi in un raggio di 3 chilometri dalla zona dell'esplosione. 

L'abbassamento delle temperature, dopo tre settimane di caldo estremo, ha portato qualche istante di tregua almeno sulle isole. A Rodi i turisti continuano a godersi il sole e il mare a un passo dagli alberi bruciati. Molti stranieri sono riluttanti ad andarsene, così come la gente locale, che dipende totalmente dagli introiti delle attività turistiche.

i Vigili del fuoco hanno segnalato di aver domato la maggior parte delle fiamme a Rodi, ma stanno ancora lottando per sedare una decina di focolai. Sebbene l'incendio non sia ancora sotto pieno controllo, la situazione è notevolmente migliorata rispetto ai giorni precedenti e le fiamme non minacciano più le aree abitate.

Anche l'incendio sull'isola di Eubea, a nord-est di Atene, dove martedì due piloti sono rimasti uccisi quando un Canadair che operava nella zona è precipitato, è in fase di remissione.

La situazione è migliorata anche sull'isola di Corfù, nel nord-ovest del Paese, dove più di 100 vigili sono impegnati a contenere piccoli focolai lontani dalle aree abitate. 

In totale, giovedì sono stati rilevati almeno 124 incendi in tutta la Grecia. Secondo il ministro della Crisi climatica e della Protezione civile, Vasilis Kikilias, negli ultimi dieci giorni in Grecia sono scoppiati 594 incendi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Caldo record nel Mediterraneo: cosa comporta per il clima in Europa?

Grecia, la Corte di Atene rivede assoluzioni per l'incendio di Mati: nuovo processo per 20 imputati

Grecia: decine di incendi boschivi nel Paese, la maggior parte a Creta