EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Focus, cambiare Maturità collegandola ad accesso all'Università

Anche alle medie alta percentuale di promozioni: 99,9%
Anche alle medie alta percentuale di promozioni: 99,9%
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 19 LUG - La Maturità va cambiata perché così come è "è inutile" e dovrebbe essere sostituita "da una prova personalizzata consentendo l'accesso alla Facoltà universitaria prescelta dallo studente saltando i test di ingresso". E'quanto emerge dal focus "Dare un senso all'Esame di Stato", realizzato dall'Istituto Freud di Milano ascoltando la gran parte di circa mille iscritti. La maggioranza di ragazze e ragazzi - sottolineano dalla scuola - ritiene che la valutazione "sia troppo attinente al credito conseguito nel triennio terminale della scuola superiore" e quindi "comprensibilmente le Commissioni sulla base di 3 giorni di prove più o meno conferma la valutazione data in 3 anni". I giovani vogliono, invece, che "incida" sulla carriera futura e quindi "andrebbe riformato in maniera radicale perché possa diventare un passaggio concreto e con un senso". Nel focus si evidenzia che le prove scritte andrebbero sostituite da una prova al computer diversa per ogni indirizzo di studi ed il cui risultato potrebbe essere valutato utile come prova di ammissione alla facoltà in ragione del tipo di verifica affrontata. Il colloquio dovrebbe dare modo di esporre le scelte future di vita. "Per lo scontato titolo di maturandi si spendono circa 150 milioni di euro ogni anno e sarebbero soldi che probabilmente si potrebbero adoperare in maniera più utile per la scuola perché sono buttati via - sottolinea Daniele Nappo, direttore dell'Istituto Freud -. L'esame è valutato una prova superficiale da quasi tutte le università italiane, le quali poi adoperano dei test di accesso completamente autonomi che rilevano capacità diverse e vengono presentati contestualmente alla preparazione al diploma. Con la stranezza che alcuni studenti trascurano la preparazione di fine quinto anno concentrandosi sul superamento dei test accademici". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Francia, Macron rassicura la Nato sugli impegni per l'Ucraina: dilemma maggioranza e primo ministro

Le notizie del giorno | 12 luglio - Serale

Ucraina, l'impegno della Nato per la difesa aerea: 40 miliardi di euro, in arrivo F-16 e Patriot