EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Usa, perché la nuova pillola contraccettiva è così importante per alcuni Stati americani

La nuova pillola contraccettiva degli Usa
La nuova pillola contraccettiva degli Usa Diritti d'autore AP/Perrigo
Diritti d'autore AP/Perrigo
Di Ilaria Cicinelli
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Ecco perché è così importante la decisione storica della Food and drugs administration, che ha detto sì a vendere senza ricetta la prima pillola contraccettiva. Stando ad alcuni analisti, un tentativo di bilanciare gli effetti del divieto di aborto che ha stravolto le vite di molte donne nel Paese

PUBBLICITÀ

Le polemiche alla nuova pillola non sono mancate in un momento storico così delicato, in cui il diritto all'aborto è stato demolito negli USA dalla Corte suprema, con il rovesciamento della storica sentenza "Roe contro Wade", la chiave di volta che tutelava il diritto a livello federale.

Ora che sono le singole Nazioni a decidere, l'aborto è un crimine in ben 14 Stati, a cui presto potrebbero aggiungersene altri.
In altri 7 ci sono forti limitazioni alle tempistiche previste per l'aborto, che potrebbero subire ulteriori restrizioni, per un totale di 21 Stati in cui l'aborto è quasi impraticabile.In 8 di questi l'aborto non è consentito neanche di fronte a casi di stupro o incesto, come in Alabama, Texas e Missouri. Alcuni di questi Paesi ora tentano anche di imporre pene durissime ai medici che non rispettano la legge e alle persone che vanno in un altro Stato per abortire.

Molti altri hanno già inasprito il limite di tempo entro cui la donna può interrompere la gravidanza. Come nel caso della Georgia, dove questo è fissato a 6 settimane: una scadenza entro cui spesso la donna nemmeno si accorge di essere incinta. Molte donne statunitensi hanno incontrato difficoltà anche nei casi in cui continuare la gravidanza costituiva un pericolo per la propria vita. 

Tuttavia le critiche alla pillola non sono fioccate con l'intensità che ci si aspettava: diversi gruppi anti aborto hanno dichiarato alla Bbc, tra cui i più celebri National right to life e Susan B. Anthony pro life America, di non prendere posizione sul controllo delle nascite. La contraccezione è anzi vista da molti gruppi pro vita come il metodo migliore per prevenire l'aborto.
L'opposizione sembra provenire principalmente da alcune organizzazioni cattoliche e da Students for life action.

Perché la pillola è importante: la contraccezione come contrappeso al divieto di aborto

La nuova pillola contraccettiva "Opill" ha fatto riesplodere il dibattito sulla prevenzione delle gravidanze indesiderate: un elemento fondamentale dato che dal 24 giugno 2022 l'aborto non è più tutelato a livello federale e ora che in molti Stati è diventato quasi impossibile per la donna interrompere la gravidanza. 

È la prima volta negli Stati Unitiche un contraccettivo orale viene annoverato tra i farmaci da banco e si tenta, dunque, la via della prevenzione per bilanciare il vuoto normativo a livello federale lasciato dall'abolizione dell'aborto. 

Un punto di svolta importante per il Paese, se si considera che su 6 milioni di gravidanze all'anno almeno la metà non sono intenzionali e in alcuni Stati le donne decidono di tenere il bambino anche perché abortire è diventato un crimine. Tenere il bambino anche se indesiderato è una decisione che alla donna può comportare non poche problematiche, come problemi per la salute psicologica e depressione. Ma anche gravi problemi di salute, visto che in alcuni Stati, come in Texas, la legge è così vaga che i medici hanno paura a effettuare l'aborto anche se la madre è in pericolo di vita, a meno che questa condizione non sia già in corso. 

Dopo il via libera, il 13 luglio, della Food and drugs administration (Fda), l'organo che si occupa a livello federale di garantire la sicurezza di alimenti e farmaci in commercio, sarà disponibile nei negozi dall'inizio del 2024.

Se assunto correttamente il farmaco dovrebbe essere efficace al 93%, più dei preservativi e degli altri metodi di contraccezione al momento disponibili senza ricetta. "Se usato come indicato, la contraccezione orale quotidiana è sicura e dovrebbe essere più efficace dei metodi contraccettivi senza prescrizione medica attualmente disponibili nel prevenire una gravidanza indesiderata." Ha affermato durante una conferenza stampa Patrizia Cavazzoni, direttore del Centro per la valutazione e la ricerca sui farmaci della Fda.

ANDREW CABALLERO-REYNOLDS/AFP or licensors
Attivisti pro vita manifestano contro l'abortoANDREW CABALLERO-REYNOLDS/AFP or licensors

Una soluzione pratica per le donne con un reddito basso

Oltre a essere penalizzati in caso di concepimenti indesiderati, in molti casi ormai senza la possibilità di abortire, i cittadini statunitensi devono sostenere una spesa per l'assistenza e le cure mediche che è tra le più elevate al mondo. 

Oltre a essere facilmente reperibile, l'intenzione della Perrigo, la casa produttrice del farmaco, è quella di renderlo accessibile anche alle donne che dispongono di un reddito basso. Tuttavia ancora non si sa quale sarà il prezzo del prodotto, un elemento importante per determinare quante persone potranno acquistarlo. 
Al momento sono le donne afroamericane le più colpite dall'accesso limitato alla pillola tradizionale a causa dei costi.

Il mese scorso, il presidente statunitense, Joe Biden, ha emesso un ordine esecutivo che ordina ai segretari del Tesoro, del Lavoro e della Salute "di prendere in considerazione nuove azioni per migliorare l'accesso alla contraccezione da banco con prezzi abbordabili". Perché avvenga questo è necessario che l'assicurazione copra i costi, ha affermato un portavoce della Ibis reproductive health, un'organizzazione di ricerca sulla salute sessuale e riproduttiva.

La Perrigo ha inoltre definito la decisione della Fda come "un passo da gigante per l'emancipazione delle donne".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Polonia, legge sull'aborto: giovane donna muore in ospedale

Negli Usa non si placa la battaglia per mantenere legale l'aborto

Macron: "La libertà di scegliere l’aborto entrerà nella Costituzione"