EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Cisgiordania, altre 5mila abitazioni negli insediamenti israeliani illegali

Un insediamento in Cisgiordania
Un insediamento in Cisgiordania Diritti d'autore Ohad Zwigenberg/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Ohad Zwigenberg/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il governo di estrema destra israeliano ha approvato la costruzione di altre 5mila abitazioni negli insediamenti illegali in Cisgiordania. Un ostacolo alla pace secondo la comunità internazionale

PUBBLICITÀ

Il governo di estrema destra israeliano guidato dal premier Benjamin Netanyahu ha approvato un piano per la costruzione di nuove abitazioni negli insediamenti illegali nei territori occupati della Cisgiordania.

La decisone è stata presa in un momento di forte tensione per il Paese. Le violenze nei territori occupati e gli scontri tra l'esercito israeliano e le forze armate presenti nei territori palestinesi si stanno intensificando, mentre le manifestazioni di piazza per bloccare l'approvazione della riforma della giustizia fortemente voluta dalla compagine di governo sono entrate nella venticinquesima settimana consecutiva di proteste.

La comunità internazionale e i palestinesi hanno definito il piano un atto illegale e un ostacolo per il raggiungiment della pace. Anche gli Stati Uniti si stanno dimostrando sempre più critici nei confronti delle politiche di insediamento israeliane.

Ad oggi, più di 700.000 coloni israeliani vivono nei territori occupati della Cisgiordania. e a Gerusalemme Est.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cisgiordania: attacchi aerei lanciati dall'Esercito israeliano a Jenin, morti e feriti

Scontri con i palestinesi in Cisgiordania. Israele attacca dagli elicotteri

Israele sequestra attrezzatura Ap e blocca diretta su Gaza: ha usato la legge anti Al Jazeera