EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Serbia, tribunale rilascia tre poliziotti kosovari arrestati all'inizio del mese

AP
AP Diritti d'autore Marjan Vucetic
Diritti d'autore Marjan Vucetic
Di Redazione italiana
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La decisione arriva dopo che l'Unione europea ha mediato i colloqui tra i leader di Serbia e Kosovo: per quest'ultimo Paese, i tre agenti erano stati rapiti all'interno del proprio territorio, addebito prontamente negato dalla Serbia

PUBBLICITÀ

Un tribunale serbo ha rilasciato tre poliziotti kosovari che erano stati arrestati all'inizio di questo mese.

Il giudice ha dichiarato che erano stati accusati di possesso di armi ed esplosivi, ma che ciononostante erano liberi di andare.

Non è chiaro se il caso procederà in contumacia.

La decisione arriva dopo che l'Unione europea ha mediato i colloqui tra i leader di Serbia e Kosovo: per quest'ultimo Paese, i tre agenti erano stati rapiti all'interno del proprio territorio, addebito prontamente negato dalla Serbia.

La faida ha portato il Kosovo a impedire ai camion serbi di attraversare il confine, analoga mossa è stata intrapresa da parte delle autorità di Belgrado.

Questa è solo l'ultima di una serie di crescenti tensioni su questioni di governance nelle città del nord del Kosovo, in cui la maggior parte è di etnia serba ma guidate da funzionari kosovari.

Il primo ministro del Kosovo, Albin Kurti, ha così twittato: "Confermiamo che i tre agenti di Polizia rapiti sono stati rilasciati: anche se siamo felici che possano tornare dalle loro famiglie, questo rapimento costituisce una grave violazione dei diritti umani e deve essere punito, l'aggressione serba deve essere ritenuta responsabile".

L'antefatto

I tre erano stati arrestati a metà giugno: la Serbia ha affermato di essere entrata nel Paese dal Kosovo, mentre le autorità kosovare hanno insistito sul fatto che erano stati rapiti su suolo kosovaro e trasferiti in una prigione serba.

La disputa aveva accresciuto le tensioni tra i due Paesi, che erano esplose in recenti violenti scontri nel nord del Kosovo a maggioranza serba, alimentando i timori di una ripresa del conflitto del 1998-'99 in Kosovo.

Quest'ultimo provocò la morte di oltre 10.000 persone, per lo più albanesi kosovari.

La scorsa settimana, l'Ue ha convocato a Bruxelles i leader del Kosovo e della Serbia nel tentativo di allentare le tensioni.

L'incontro non ha prodotto alcuna svolta, tanto che i funzionari dell'Unione hanno esortato entrambe le parti a compiere uno sforzo immediato per disinnescare la situazione.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Tensioni mediatiche in Kosovo: tra il caso Telekom Serbia e la tv che critica il governo

Rama: "Il Kosovo deve accettare il piano franco-tedesco per risolvere le tensioni con la Serbia"

Xi a Belgrado, per Cina e Serbia una visita di successo: firmato accordo di libero scambio