EventsEventiPodcast
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Donald Trump a processo per violenza, il tribunale rilascia il video della sua deposizione

L'ex presidente degli Usa Donald Trump
L'ex presidente degli Usa Donald Trump Diritti d'autore AP/AP
Diritti d'autore AP/AP
Di Michela Morsa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La testimonianza è stata registrata il 19 ottobre scorso su ordine di un giudice. Nel video l'ex presidente Usa nega di aver violentato l'ex giornalista E. Jean Carroll: "Non è il mio tipo". Poi guardando una foto la scambia per la seconda moglie

PUBBLICITÀ

Venerdì il tribunale di New York dove è in corso il processo per violenza e diffamazione intentato dall'ex giornalista E. Jean Carroll a carico di Donald Trump, ha rilasciato un video di una deposizione dell'ex presidente degli Stati Uniti su petizione di diversi media. 

Il filmato, della durata di circa 48 minuti, è stato mostrato ai giurati giovedì, quando entrambe le parti hanno deposto le loro argomentazioni. Ma il video è stato registrato il 19 ottobre 2022 su ordine di un giudice, che aveva richiesto a Trump una testimonianza giurata in merito all'accusa formalmente avanzata da Carroll di averla violentata in un grande magazzino di New York, a metà degli anni 90'

Durante la deposizione registrata, si vede Trump respingere più volte le accuse di Carroll, definite "una storia davvero ridicola e disgustosa, semplicemente inventata". L'ex giornalista, opinionista e scrittrice di lungo corso, è descritta invece come "bugiarda" e "malata"

Nelle immagini seguenti l'ex presidente ribadisce di non conoscere la donna e ripete un commento fatto quando Carroll si era fatta avanti per la prima volta, nel 2019 ("Lo dico con il massimo rispetto possibile, ma non è il mio tipo"). "Fisicamente non è il mio tipo, e ora che ho avuto modo di sentire indirettamente cose su di lei, non sarebbe mai il mio tipo nel modo più assoluto", dice. 

Poi si rivolge all'avvocata di Carroll, Roberta Kaplan: "Neanche lei sarebbe la mia scelta, spero non si senta offesa". Durante i loro accesi scambi, Trump la definisce "un'agente politico" e una "disgrazia".

Quando gli viene mostrata una vecchia foto che lo ritrae con la prima moglie Ivana, Carroll e l'allora marito John Johnson a una festa precedente al loro presunto incontro nel 1996, Trump confonde la querelante con la seconda moglie, Marla Maples. Sempre guardando la foto, dice: "È Marla, sì. È mia moglie", prima che il suo avvocato lo corregga e il tycoon si giustifichi dicendo che l'immagine è "molto sfocata".

In un altro momento del video, a Trump viene mostrato un filmato pubblicato dal Washigton Post durante la campagna presidenziale del 2016 che riprende una conversazione tra l'ex presidente e Billy Bush, conduttore del celebre show della Cnbc Access Hollywood. Si vede Trump muoversi scompostamente sulla sedia, mentre si sente la sua voce dire: "Puoi fare qualsiasi cosa alle donne quando sei una star". 

Il giudice ha concesso a Trump fino a domenica pomeriggio per decidere se salire sul banco dei testimoni. I suoi avvocati hanno detto che non testimonierà di persone nel processo, ma l'ex presidente ha detto ai giornalisti che potrebbe interrompere un viaggio programmato in Irlanda e nel Regno Unito per "affrontare" Carroll in tribunale.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stati Uniti, la Fed aumenta i tassi di interesse dello 0,25%

Trump, processo verso la fine: sentenza attesa entro la settimana

Stati Uniti: Donald Trump contestato alla convention del Partito Libertario