Filma borseggiatrici in metro a Milano e viene aggredito

De Corato, responsabilità delle istituzioni che le difendevano
De Corato, responsabilità delle istituzioni che le difendevano
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 23 APR - "Esprimo la mia più totale solidarietà e vicinanza a Matthia Pezzoni, il Presidente del Comitato Sicurezza per Milano, nato pochi mesi fa, che ieri sera nel tentativo di filmare e fermare per l'ennesima volta le borseggiatrici in azione, alla fermata Duomo della metropolitana di Milano è stato aggredito e preso a sberle e pugni non solo dalle solite ragazze Rom Tanja, Salomeja e Patrizia ma anche da un ragazzino, loro complice". Lo afferma Riccardo De Corato, vicepresidente della Commissione Affari costituzionali della Camera. L'aggredito "se la è cavata con una forte contusione all'occhio rimanendo 8 ore in ospedale - prosegue De Corato in una nota - ma poteva rimetterci la vita! Questo è il triste risultato di chi, ricoprendo ruoli Istituzionali, difende le borseggiatrici ed attacca coloro che provano a fermarle filmandole!". Le forze dell'ordine al momento non hanno confermato né smentito la notizia, che ieri sera non è stata riferita. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Medio Oriente: Pasdaran sequestrano nave "legata a Israele"

Terrorismo: la Danimarca proroga i controlli al confine con la Germania

Berlino, la gorilla Fatou compie 67 anni