EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Al via l'addestramento dell'esercito bielorusso sui missili russi Iskander-M

Image
Image Diritti d'autore AP / Sergei Grits
Diritti d'autore AP / Sergei Grits
Di Michela Morsa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'annuncio martedì dei ministri della Difesa russo e bielorusso. Secondo il ricercatore Nikolai Sokov, Putin sta lanciando un messaggio di avvertimento alla Polonia

PUBBLICITÀ

I soldati dell'esercito bielorusso hanno iniziato l'addestramento sul funzionamento e la manutenzione del sistema missilistico tattico russo Iskander-M, in grado di trasportare anche testate nucleari. 

A dichiararlo martedì sia Mosca che Minsk, che già nei giorni scorsi avevano annunciato di volersi muovere in questa direzione. 

Il 25 marzo, infatti, il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato l'intenzione di schierare armi nucleari tattiche sul territorio del Paese alleato in corrispondenza dei 1250 chilometri di confini condivisi con i membri della Nato Lettonia, Lituania e Polonia. 

La mossa ha suscitato ampie critiche, ma Putin ha sostenuto che non violerebbe nessuno degli obblighi del trattato Start sulla non proliferazione delle armi nucleari, sottolineando che farà in Bielorussa "esattamente quello che hanno fatto gli Stati Uniti" sul territorio degli alleati europei. 

E il 31 marzo, durante un discorso in Parlamento, il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko, si è detto pronto a dispiegare le armi russe sul suo territorio, dopo "lunghi negoziati" con Mosca per la restituzione dell'arsenale di era sovietica. 

Le armi nucleari tattiche sono armi da campo che, pur essendo devastanti, hanno una resa minore rispetto alle armi strategiche a lungo raggio.

L'avvertimento alla Polonia

Il ricercatore del Centro di Vienna per il disarmo e la non proliferazione, Nikolai Sokov, consiglia di concentrarsi più sul messaggio che Putin vuole mandare con questa decisione piuttosto che sulle caratteristiche dell'eventuale arsenale che riceverà la Bielorussia. 

"Le armi nucleari sono armi politiche. I cambiamenti sono usati per segnali politici. Al momento non abbiamo informazioni specifiche su quando, quali armi, quante e dove. Il numero sarà probabilmente qualcosa come 10 o 20. Tutti parlano di aerei. Quindi dovrebbero essere bombe gravitazionali su aerei", ha spiegato Sokov. 

L'inedito dispiegamento di armi nucleari in Bielorussia sarebbe quindi un messaggio di avvertimento. In questo caso, secondo il ricercatore, rivolto direttamente alla Polonia

"Sono abbastanza sicuro che, dato che stiamo parlando di armi a corto raggio, l'obiettivo principale in questo caso non sia l'intera Nato, ma proprio la Polonia. La Polonia - ha aggiunto Sokov - è sempre stata in prima linea nel sostegno all'Ucraina. Inoltre, sostiene un approccio molto duro nei confronti della Russia, parla di sconfiggere completamente la Russia e di cambiare il regime. Quindi stiamo parlando di un'escalation su questo specifico tipo di fronte". 

"Il trasferimento di armi non avverrà presto"

Non sappiamo con esattezza quando Mosca sposterà un arsenale nucleare in Bielorussia, né dove questo sarà esattamente collocato. Ma Vladimir Putin ha già annunciato che la costruzione delle strutture di immagazzinamento degli armamenti sul territorio bielorusso sarà completata entro il 1° luglio

Il presidente russo ha anche dichiarato di star lavorando alla modernizzazione degli aerei bielorussi in modo che possano trasportare anch'essi testate nucleari.

"Non possiamo esserne certi, ma sembra che la Russia non trasferirà presto le armi nucleari in Bielorussia. La fase successiva sarà la costruzione di un impianto di stoccaggio. Starebbero procedendo alla conversione degli aerei e all'addestramento degli equipaggi", ha spiegato Sokov. "Il movimento effettivo delle testate sarà probabilmente il prossimo segnale. Sarà un passo separato, quindi tutto sarà pronto. Ma se la Russia sposterà effettivamente le armi nucleari o meno è una decisione che verrà presa in seguito".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Aumentano le armi nucleari nel mondo. In testa alla classifica Russia e Cina

Da Amburgo arriva l'allarme dei fisici di tutto il mondo: "No all'uso delle armi nucleari"

Quante armi nucleari ci sono nel mondo?