Sospeso processo a trapper Elia17Baby, difesa ricusa giudice

Lo ha deciso il nuovo giudice di Tempio Pausania
Lo ha deciso il nuovo giudice di Tempio Pausania
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TEMPIO PAUSANIA, 28 MAR - Una richiesta di ricusazione del giudice e nel processo per tentato omicidio ai danni di Fabio Piu, 35enne sassarese pugnalato alla schiena la notte del 14 agosto del 2022 sulla spiaggia di Marinella a Olbia , subentra un colpo di scena. Pietro Nicotra, avvocato difensore di Elia17Baby, al secolo Elia Di Genova, il trapper romano di 27 anni accusato di essere l'artefice dell'aggressione, ha presentato alla Corte d'appello di Sassari un'istanza di ricusazione del giudice del tribunale di Tempio Pausania, Marco Contu, che ha in carico il fascicolo. Il processo è stato quindi sospeso in attesa della decisione dei giudici di Sassari. La prossima udienza è stata fissata per il 9 maggio. Stando a quanto sostenuto dal legale del giovane artista, "il giudice nel respingere un'istanza di arresti domiciliari ha usato espressioni tipo 'non si è fatto scrupoli dal commettere un altro reato', di fatto anticipando il suo giudizio di colpevolezza". Il reato a cui fa riferimento il giudice è quello legato alla droga, per cui il trapper è già stato condannato. All'udienza tenutasi questa mattina a Tempio, Elia Di Genova non era presente, ma si è collegato dal carcere di Viterbo in cui è detenuto e dal quale continua a proclamarsi innocente, sostenendo di non essere lui l'autore materiale dell'aggressione a Fabio Piu. Nel frattempo, le condizioni del salute del 35enne, costituitosi parte civile con l'avvocato Jacopo Merlini, non migliorano. A sette mesi dalla pugnalata alla schiena, l'uomo è ancora costretto su una sedia a rotelle, impossibilitato a camminare autonomamente a causa delle gravi lesioni subite alla colonna vertebrale. "Il mio assistito sta continuando il suo pellegrinaggio nei vari ospedali - racconta all'ANSA l'avvocato Merlini - Dopo Olbia, Sassari e il centro di riabilitazione di Caglairi, da novembre si trova a Ferrara in un centro specializzato. Continua a lottare e da sportivo quale era non salta una seduta di riabilitazione, ma le sue condizioni restano gravi". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza: Erdoğan incontra Ismail Haniyeh e il ministro degli Esteri egiziano a Istanbul

Migranti, i Paesi europei del Mediterraneo chiedono cooperazione e nuovi fondi

Canarie: proteste sulle isole contro il turismo di massa