Foibe: Valditara, rispetto per uomo baluardo contro barbarie

Ministro in visita a Basovizza, 'pace sia obiettivo formazione'
Ministro in visita a Basovizza, 'pace sia obiettivo formazione'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TRIESTE, 25 FEB - "Dobbiamo conservare e rinnovare la memoria della tragedia delle migliaia di italiani uccisi e infoibati e delle centinaia di migliaia di nostri connazionali costretti a esodare dalle terre" dell'Istria, di Fiume e della Dalmazia, "ma anche delle migliaia di sloveni e croati. Quelle tragedie sono state possibili perché l'ideologia ha misconosciuto la centralità della persona umana e rinnegato i valori della democrazia. Proprio oggi che la violenza è tornata a insanguinare terre d'Europa, è fondamentale ribadire come il rispetto verso ogni essere umano e lo stato di diritto siano i due decisivi baluardi contro ogni barbarie". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, in visita oggi con una delegazione di studenti al Monumento della Foiba di Basovizza. Il ministro ha richiamato "alla pace" e "alla voglia di un'Europa in cui tutti i popoli, italiani, croati e sloveni, possano sentirsi fratelli" e ha auspicato che "il confronto, il dialogo, la pace, il rispetto dei diritti siano gli obiettivi della formazione delle nostre scuole". Accompagnato tra gli altri dalla sottosegretaria all'Istruzione, Paola Frassinetti, dal sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza e dai rappresentanti delle associazioni degli esuli e dalla Lega Nazionale, Valditara ha deposto dei fiori davanti al Monumento e ha osservato un minuto di silenzio, poi ha visitato il centro di documentazione. "Basovizza è stata un abisso - ha osservato - l'emblema dolente dei lutti provocati dallo scatenarsi della furia del comunismo Titino, del nazionalismo che ha travolto il senso di umanità. Oggi però può e deve trasformarsi in luogo di rispetto e di riconciliazione". Parlando con i cronisti il ministro ha infine ricordato la "specificità" dell'Olocausto, sottolineando "che dobbiamo ricordare tutto quello che ha calpestato la dignità umana perché non torni mai più". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Medio Oriente: l'Iran lancia centinaia di droni e missili verso Israele: ferito un bambino

Guerra in Ucraina: Berlino invia Patriot a Kiev, aumentano i bambini uccisi negli attacchi

Medio Oriente: Pasdaran sequestrano nave "legata a Israele"