Europa, Ford tagli posti di lavoro in Germania e Regno Unito

Casa automobilistica Ford
Casa automobilistica Ford Diritti d'autore LUSA
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'azienda intende creare una struttura dei costi più snella e competitiva

PUBBLICITÀ

La casa automobilistica Ford taglierà 4.000 posti di lavoro in tutta Europa, 2.300 in Germania e 1.300 nel Regno Unito. L'azienda intende creare una struttura dei costi più snella e competitiva, e si impegnerà oa consultare le sue parti sociali in tutta Europa con l'intento di ottenere le riduzioni di posti di lavoro attraverso programmi di uscita volontaria..

La casa automobilistica statunitense attribuisce le perdite all'aumento dei costi e alla necessità di passare alla produzione di veicoli elettrici.

Ford investirà infatti 3,5 miliardi di dollari nella sua base negli Stati Uniti nel Michigan, costruendo il suo primo impianto di batterie per veicoli elettrici.

L'azienda ha spiegato che i cambiamenti sono "guidati dal passaggio a propulsori completamente elettrici e dalla ridotta complessità del veicolo". Ford manterrà comunque un'organizzazione ingegneristica di circa 3.400 ruoli in Europa, focalizzata sulla progettazione e lo sviluppo dei veicoli, nonché sulla creazione di servizi connessi.

"Aprire la strada a un futuro sostenibile e redditizio per Ford in Europa richiede azioni su vasta scala e cambiamenti nel modo in cui sviluppiamo, costruiamo e vendiamo i veicoli Ford - ha affermato Martin Sander, direttore generale di Ford in Europa - Ciò avrà un impatto sulla struttura organizzativa, sul talento e sulle competenze di cui avremo bisogno in futuro".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina, il libro per bambini scritto da una rifugiata: Kateryna di 10 anni

Germania, un 17enne entra con un coltello in un liceo: quattro feriti, due gravi

Sciopero Lufthansa, cancellato il 90% dei voli: disagi per 100mila passeggeri