Procura Brescia, emergenza codice rosso

'L'emersione è l'unica via per sperare di debellare il fenomeno'
'L'emersione è l'unica via per sperare di debellare il fenomeno'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BRESCIA, 28 GEN - "I reati da codice rosso continuano a costituire un'autentica emergenza. La loro sempre maggiore emersione è l'unica via però per poter sperare di debellare il fenomeno". Lo ha detto il procuratore generale di Brescia Guido Rispoli in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario della corte d'appello di Brescia. "La risposta giudiziaria non può che essere ispirata al massimo rigore, in particolare - ha aggiunto - quando i reati sono commessi in danno di donne ovvero di soggetti in condizioni di particolare vulnerabilità". Stando ai dati sono cresciuti i reati di stalking, da 430 a 491, i delitti di pornografia minorile, passati da 81 a 101 fascicoli e i delitti di detenzione di materiale perdo pornografico, da 78 a 94 mentre sono calati i delitti di prostituzione minorile. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: i russi vogliono conquistare Chasiv Yar entro il 9 maggio

Gli eurodeputati chiedono di sequestrare i beni russi congelati

Difesa: Rishi Sunak annuncia piano aumento spesa al 2,5 per cento del Pil