Uccide il vicino, gip convalida arresto e scarcera Mugnai

Non c'è pericolo di fuga né che rifaccia lo stesso reato
Non c'è pericolo di fuga né che rifaccia lo stesso reato
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) – AREZZO, 09 GEN – Il gip di Arezzo ha scarcerato
Sandro Mugnai, 53 anni, che sparando cinque colpi di fucile, ha
ucciso il vicino 59enne Gezim Dodoli, operaio albanese, la sera
del 5 gennaio mentre con un escavatore gli stava demolendo la
casa al cui interno Mugnai si trovava con familiari e parenti.
L’arresto è stato convalidato ma il gip ha ritenuto che non ci
sia pericolo di fuga né di reiterazione del reato né pericolo di
inquinamento delle prove e non ha disposto misure cautelari a
carico del 53enne. Secondo quanto appreso, i difensori, avvocati
Marzia Lelli e Piero Melani Graverini, hanno già puntato ora
sulla necessità di esercitare la legittima difesa, tema che poi
sarà ripreso nel proseguo del procedimento. L’uomo sparando, è
stato sostenuto davanti al giudice, avrebbe difeso la sua
famiglia messa in pericolo di vita dall’imminente e possibile
crollo del tetto della casa, che veniva attaccato coi colpi dati
dall’escavatore manovrato da Dodoli. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ore di violenza in Kosovo. Gruppo armato assalta un villaggio a Nord

La Francia ritirerà il personale militare e diplomatico dal Niger

Atterrato nel deserto dello Utah il più grande campione di asteroide mai prelevato