EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Abramovich "evasore": ha dribblato le sanzioni per gli oligarchi russi, intestando i beni ai figli

R.A. 2022
R.A. 2022 Diritti d'autore AFP
Diritti d'autore AFP
Di Euronews - Ansa
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il quotidiano inglese "The Guardian" rivela che Abramovich - costretto, di fatto, a vendere il Chelsea - avrebbe, però, aver "evaso" più di 4 miliardi di dollari in fondi di investimento e beni di lusso (immobili, yacht, elicotteri e jet privati) intestandoli ai sette figli

PUBBLICITÀ

La maggior parte della ricchezza fortuna di Roman Abramovich (56 anni) sarebbe sfuggita alle sanzioni imposte dall'Occidente agli oligarchi russi vicini a Vladimir Putin.

Il quotidiano britannico "The Guardian" rivela che il magnate russo - costretto, di fatto, a vendere la società calcistica inglese Chelsea Football Club  - avrebbe, però, "evaso" più di 4 miliardi di dollari in fondi di investimento off-shore e beni di lusso (immobili, yacht, elicotteri e jet privati), la cui proprietà è stata trasferita ai suoi sette figli, prima che entrassero in vigore le sanzioni, dopo l'inizio della guerra.

I file hackerati mostrano che i primi movimenti di denaro e beni di Abramovich sarebbero cominciati già all'inizio di febbraio 2022, quindi tre settimane prima dell'inizio dell'invasione dell'Ucraina, e che sono accelerati quando sono circolate le prime voci di sanzioni. 

In quei giorni la comunità internazionale già minacciava di colpire gli oligarchi legati a Mosca con sanzioni (tra cui il congelamento dei beni), se i russi avessero scatenato la guerra.

Martin Meissner/Copyright 2021 The AP. All rights reserved
Di nuovo nell'occhio del ciclone, Roman Abramovich.Martin Meissner/Copyright 2021 The AP. All rights reserved

Le rivelazioni, scrive "The Guardian", potrebbero porre la questione di sanzioni che colpiscano anche i figli di Abramovich, che ha cittadinanza russa, israeliana e portoghese. 

Le informazioni sarebbero state ottenute hackerando un provider di Cipro che amministra i trust di Abramovich, ed offerte, successivamente, in forma anonima al "Guardian".

Abramovich non è stato colpito da sanzioni americane, dopo che l'Ucraina chiese alla Casa Bianca di risparmiarlo in quanto mediatore di pace "ufficioso" nei colloqui con Mosca.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cyprus Confidential, l'inchiesta giornalistica smaschera gli interessi russi nonostante le sanzioni

Chelsea FC, il patron Abramovich annuncia la vendita: "scelta dolorosa"

La morte di Re Carlo: la fake news diffusa da media russi e ucraini smentita da Buckingham Palace