Ungheria: in piazza per i salari, i docenti consegnano una petizione al ministro dell'interno

Un momento della protesta
Un momento della protesta Diritti d'autore ATTILA KISBENEDEK/AFP or licensors
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Continua la protesta dei docenti: in piazza da mesi chiedono salari migliori e un ministero indipendente

PUBBLICITÀ

I docenti sono scesi in piazza ancora una volta in Ungheria per chiedere al governo migliori salari e più investimenti sulla scuola. Questo sabato hanno consegnato una petizione al ministro dell'Interno, in capo al quale sono state riportate le deleghe del ministero dell'istruzione.

"Chiediamo libertà di educazione, un ministero dell'educazione indipendente e soprattutto un aumento di stipendio altrimenti non ci saranno giovani che prenderanno il nostro posto e continueranno ad insegnare", ha detto una manifestante.

In Ungheria i salari dei docenti sono tra i più bassi dell'area OCSE. Finora le proteste degli insegnanti, in piazza dall'inizio dell'anno scolastico, hanno solo ottenuto restrizioni del diritto di sciopero. Il governo ungherese ricatta, dicendo che aumenterebbe pure gli stipendi del corpo docente se Bruxelles sbloccasse i fondi congelati in un contesto di tensioni crescenti con Bruxelles sul tema dello stato di diritto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ungheria, fiducia ritrovata nella Svezia: incontro a Budapest tra Orbán e Kristersson

Ungheria: gli influencer portano in piazza migliaia di persone contro gli abusi su minori

Ungheria, dimissioni di Novák: manifestanti in piazza a Budapest