Judo, Abu Dhabi Grand Slam: italiani strepitosi, quattro medaglie a casa

Access to the comments Commenti
Di Euronews
The medallists in -52 kg : Gefen Primo, Odette Giuffrida, Astride Gneto, Diyora Keldiyorova
The medallists in -52 kg : Gefen Primo, Odette Giuffrida, Astride Gneto, Diyora Keldiyorova   -   Diritti d'autore  Sabau Gabriela/IJF   -  

Grand Slam di judo ad Abu Dhabi, prima giornata in terra emiratina contrassegnata dall'assegnazione di cinque ori, su tutti quello strepitoso conquistato dall'azzurro Elios MANZI.

Tra gli uomini -60 kg, su tutti il 19enne georgiano SARDALASHVILI, che sconfigge nell’atto conclusivo Yung Wei YANG con tecnica seoi nage finalizzata al waza-ari.

Bronzo per l'azero AGHAYEV ed il turco YILDIZ.

Consegna le medaglie il presidente dell'IJF, Marius Vizer.

"Yang è un judoka di altissimo livello - dice il vincitore - ma prima di questa gara io e i miei allenatori abbiamo imparato le sue tecniche ed ero pronto per la finale.

Ho fatto tutto ciò che il mio allenatore mi ha consigliato e il risultato è lampante: ho ottenuto la medaglia d'oro".

Categoria uomini -66kg: a sbaragliare la concorrenza ci pensa il 26enne siciliano Elios MANZI, strepitoso giustiziere in finale del serbo BUNCICcon un doppio waza-ari.

Per lui si tratta del primo trionfo in carriera.

Terza piazza per l'italiano Matteo PIRAS ed il kazako KUANOV.

A consegnare le medaglie è il vice presidente dell'IJF, Obaid Al Anzi.

Categoria donne -48 kg: sugli scudi la spagnola FIGUEROA, oro dopo il successo nella finalissima ai danni dell’ottima azzurra Francesca MILANI.

Per la vincitrice si tratta del terzo titolo in un Grand Slam.

Terzo gradino del podio per la kazaka ABUZHAKYNOVAe la cinese Zongying GUO, quinta piazza per l'italiana Susy SCUTTO.

Consegna le medaglie il direttore per le Relazioni internazionali dell'IJF, Juan Carlos Barcos.

Tra le donne -57 kg, su tutte la 19enne sudcoreana Mimi HUH, la quale sconfigge la kosovara GJAKOVA, argento.

Terzo gradino del podio per la serba PERISIC e la georgiana LIPARTELIANI.

A consegnare le medaglie è il vice presidente dell'IJF, Siteny Randrianasoloniaiko.

Categoria donne -52 kg, su tutte la transalpina GNETO, che batte per waza-ari l'uzbeka KELDIYOROVA.

Terza piazza per l'azzurra Odette GIUFFRIDA e l'israeliana PRIMO.

A consegnare le medaglie è Mohammed Bin Thaaloob Al Derie, presidente della Federazione di wrestling e judo degli Emirati Arabi Uniti.

"Sono molto felice - afferma GNETO - perché la mia prima medaglia del Grand Slam è stata ad Abu Dhabi quando ero junior e oggi è stata una buona giornata".

Ventiquattr'ore di grande judo in terra emiratina, raramente così prodighi di successi per i judoka azzurri.

La seconda giornata andrà in scena sabato, sperando che sia ugualmente foriera di trionfi per i colori italiani.