EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Elezioni Brasile, le speranze degli espatriati in Portogallo

Elezioni Brasile
Elezioni Brasile Diritti d'autore Matias Delacroix/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Matias Delacroix/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Negli ultimi anni quasi 13 mila brasiliani si sono trasferiti a Braga, nel nord-ovest del paese

PUBBLICITÀ

Gli espatriati brasiliani trasferitisi a Braga, nel nord ovest del Portogallo, si chiedono se con le elezioni di domenica i problemi che li hanno spinti a lasciare il Brasile saranno risolti.

"Negli ultimi due anni abbiamo visto arrivare qui per lo più famiglie in cerca di qualità della vita, buona istruzione, salute"; spiega Alexandra Gomide, presidente dell’associazione União Apoio e Integração (Uai).

"Il comune di Braga si è rivelato essere un 'Eldorado' - commenta Pedro Sacadura, Euronews -. (La regione) ora ospita quasi 13 000 brasiliani... Tanto che è stato etichettata come 'Braguil'"

Tra di loro c'è Maria Maia, trasferitasi a Braga sei anni fa dove ha avviato la sua attività nel mondo dei formaggi. Seguirà con grande attenzione il weekend elettorale: "Oggi i brasiliani devono affrontare problemi finanziari, e quello del lavoro. L'augurio è che indipendentemente da chi vincerà, costui lavori per i brasiliani, in modo che abbiano interesse a rimanere in patria e non la voglia sfrenata di andare alla ricerca di qualcosa di migliore. Spero di vedere un Brasile migliore. Un Brasile che dia migliori aspettative ai cittadini, in modo che siano orgogliosi del proprio paese, orgogliosi di essere brasiliani"

Il numero di brasiliani che hanno lasciato il paese per raggiungere altre destinazioni, incluso il Portogallo, ha raggiunto il picco durante il governo di Jair Bolsonaro ... ma secondo la sociologa Rita Ribeiro, ricercatrice all'Università del Minho, il fenomeno non si arresterà in alcun caso".

“Se da un lato durante l'attuale amministrazione Bolsonaro si verifica l'esodo soprattutto di chi si oppone alla sua visione, dall’altro immaginiamo anche che un cambio di potere in Brasile porterà altre persone ad andarsene”, afferma.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Sentirsi come a casa: ecco i Paesi europei dove è più facile stabilirsi come espatriati

Presidenziali in Brasile: Jair Bolsonaro e la missione (non) impossibile di riconfermarsi

Brasile, sfida elettorale Bolsonaro-Lula: sigilli anti-brogli per il voto elettronico