This content is not available in your region

Sanna Marin concorda con Zelensky, che chiede il divieto di ingresso nell'Ue per i russi

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
AP Photo
AP Photo   -   Diritti d'autore  David Goldman/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

L'Ucraina accelera l'evacuazione dei civili nelle aree che ancora controlla nel Donbass, di fronte all'intensificazione dei bombardamenti russi.

Mosca afferma di aver distrutto un deposito di munizioni ucraino contenenti missili HIMARS, di fabbricazione statunitense, e obici M777: se confermato, sarebbe un duro colpo per le truppe ucraine.

Intanto, in Europa prendono slancio le parole pronunciate dal presidente ucraino, Volodymir Zelensky, che chiede il divieto di ingresso nell'Unione europea di tutti i cittadini russi, d'accordo o meno con la guerra.

David Goldman/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
AP PhotoDavid Goldman/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Le sue proposte dividono i 27 Stati membri, anche se alcuni governi, come quello della finlandese Sanna Marin, affermano di essere d'accordo con il leader ucraino.

La stessa Marin riconosce che si tratta di una "questione complicata", a causa di Schengen.

Non si è fatta attendere, nel frattempo, la replica di Mosca.

"L'irrazionalità del suo pensiero in questo caso è palese - dice Dmitry Peskov, addetto stampa del presidente russo - e può essere letto solo in modo estremamente negativo.

David Goldman/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
AP PhotoDavid Goldman/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Qualsiasi tentativo di isolare la Russia o i russi è un processo che non ha prospettive: anche lo spirito di tali iniziative non è molto buono, per non dire altro".

L'attenzione del mondo è comunque ancora puntata sulla centrale nucleare di Zaporizhzhia, la più grande d'Europa, i cui impianti sono stati attaccati più volte negli ultimi giorni.

Russia e Ucraina si accusano a vicenda del pericoloso scontro armato: le forze filorusse hanno annunciato che rafforzeranno le difese antiaeree presso l'impianto per impedire che venga attaccato.