This content is not available in your region

Infermiere spiate, c'è un terzo indagato

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Sarebbe un tecnico dipendente di un'azienda in appalto per Asl
Sarebbe un tecnico dipendente di un'azienda in appalto per Asl

(ANSA) – EMPOLI (FIRENZE), 23 LUG – C‘è un terzo indagato
dalla procura di Firenze per la vicenda delle operatrici
sanitarie spiate con una microcamera piazzata nei locali della
doccia dello spogliatoio femminile al piano terra dell’ospedale
San Giuseppe di Empoli (Firenze). Come i primi due finiti sotto la lente dei magistrati, anche
il terzo sarebbe un tecnico dipendente di un’azienda che lavora
in appalto per l’Asl Toscana Centro, e che avrebbe avuto
accesso, come altre persone, alla stanza di servizio dove i
carabinieri di Empoli, che portano avanti le indagini, hanno
ritrovato i cavi e il monitor collegati alla telecamera
incassata nel muro dello spogliatoio femminile. L’inchiesta
ipotizza il reato di accesso abusivo in un sistema informatico
protetto da misure di sicurezza. Prosegue poi la collaborazione
degli esperti della polizia postale e di un gruppo specializzato
in reati informatici e sessuali, per verificare l’ipotesi che le
immagini filmate delle donne sotto la doccia siano finite su
Internet, in qualche sito di natura pornografica. Un’altra
ipotesi di reato sarebbe quella di revenge porn, ossia la
condivisione pubblica di immagini o video intimi tramite
Internet senza il consenso dei protagonisti, con finalità di
vendetta, estorsione, ricerca di profitto o per annichilire la
persona odiata. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.