Sequestro droga destinata alla movida, 3 arresti a Cagliari

Polizia, in casa 4 kg di anfetamine e 4 tra cocaina e marijuana
Polizia, in casa 4 kg di anfetamine e 4 tra cocaina e marijuana
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CAGLIARI, 09 GIU - Era destinata alla movida di Cagliari e della zona del lungomare Poetto la droga sequestrata ieri dalla Polizia in un'abitazione in viale Sant'Avendrace, nel capoluogo sardo. Quattro chili di anfetamine, due chili di cocaina e altrettanti di marijuana che avrebbero rifornito gli spacciatori del mercato cagliaritano, per un valore complessivo di oltre 1 milione di euro. In manette sono finiti tre cittadini albanesi: un 42enne che abita in città da anni, un 34enne e un 41enne arrivati in Sardegna da Santa Croce sull'Arno, in provincia di Pisa. Le indagini condotte dalla Squadra mobile sono partite a seguito di una segnalazione di uno strano via vai di persone in un condominio di viale Sant'Avendrace. I poliziotti si sono appostati in zona per giorni e hanno notato che in quel condominio entravano spesso personaggi noti legati allo spaccio. Ieri mattina hanno visto l'albanese di 42 anni, noto proprio per i suoi precedenti per droga, entrare nel palazzo e subito dopo altri due connazionali. È subito scattato il blitz: in un armadio dell'appartamento i poliziotti hanno trovato uno zaino con dentro la droga. Nella casa c'erano anche telefoni cellulari, biglietti d'areo, appunti con nomi e altro materiale definito interessante dal punto di vista investigativo. Gli investigatori, coordinati dal dirigente Fabrizio Mustaro, adesso stanno lavorando per ricostruire la provenienza della droga, soprattutto l'anfetamina e la cocaina. Non si può infatti escludere che il carico sia stato portato dai due albanesi arrivati dalla Toscana. Gli investigatori stanno ricostruendo i loro spostamenti e verificando quali erano i rapporti con il connazionale di 42 anni che viveva a Cagliari. L'uomo in passato era stato arrestato per spaccio ed espulso dal territorio italiano, ma è rientrato utilizzando false identità. Verifiche anche sulla priorità dell'appartamento usato come deposito per la droga: l'abitazione era intestata a un pensionato deceduto da anni. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni regionali in Basilicata: chiusi i seggi, via allo spoglio. Centrodestra favorito con Bardi

Milano, violenze e torture su minori al carcere Cesare Beccaria: 13 agenti arrestati

Le notizie del giorno | 22 aprile - Pomeridiane