EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Sequestrati da Gdf beni per 1,3 milioni a narcotrafficante

Sigilli a terreno e fabbricati in Calabria e a Bologna
Sigilli a terreno e fabbricati in Calabria e a Bologna
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CATANZARO, 09 GIU - Beni per un valore di 1,3 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza dei Comandi provinciali di Catanzaro e Bologna, con il coordinamento della Procura distrettuale del capoluogo calabrese, ad un narcotrafficante internazionale originario del vibonese da tempo residente in Emilia Romagna. Il provvedimento è stato disposto dal Tribunale di Catanzaro. Il narcotrafficante, coinvolto in vari procedimenti penali per l'importazione in Italia di ingenti carichi di sostanze stupefacenti provenienti dal Sudamerica nascosti in carichi di merce di copertura come tubi di plastica inseriti in blocchi di marmo, controsoffittature in plastica, è attualmente in carcere dove dovrà scontare una condanna valida fino al 3 ottobre 2045. Il sequestro scaturisce oltre che da una valutazione del profilo criminale dell'interessato, inserito a pieno titolo nella categoria dei soggetti connotati da pericolosità sociale, anche da indagini economico-patrimoniali svolte dagli uomini dei Gg.i.c.o. dei Nuclei di Polizia Economico-Finanziaria di Catanzaro e Bologna con il coordinamento della Procura di Catanzaro. Dalle analisi effettuate è stato possibile accertare un'evidente sproporzione tra il valore del patrimonio accumulato nel tempo e le fonti di reddito lecite a lui riconducibili. I sigilli sono stati apposti dai finanzieri ad un appezzamento di terreno in provincia di Vibo Valentia e due fabbricati di pregio in provincia di Bologna. Nel 2014, il soggetto era stato destinatario di un analogo provvedimento di confisca emesso dall'autorità giudiziaria di Bologna poi annullato dalla Cassazione che, accogliendo le doglianze dell'interessato che aveva sancito la competenza della Procura di Catanzaro. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

J.D. Vance, la scelta di Trump per la vicepresidenza è un problema per l'Europa?

Le notizie del giorno | 16 luglio - Pomeridiane

Elezioni presidenziali Usa: Biden conferma di essere in corsa, "sono vecchio ma lucido"