This content is not available in your region

Tunisia: continua il processo di epurazione della magistratura

Access to the comments Commenti
Di Ludovica Longo
euronews_icons_loading
Proteste in Tunisia contro il governo di Kais Saied
Proteste in Tunisia contro il governo di Kais Saied   -   Diritti d'autore  Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Il presidente della Repubblica tunisimo Kais Saied, ha rimosso dall’incarico 57 giudici sospettati di corruzione.

"Ho dato alla magistratura numerose opportunità e avvertimenti. Un'epurazione totale del sistema giudiziario resta l'unica opzione per sradicare la corruzione del paese", ha dichiarato Saied. 

Il presidente aveva suscitato l'indignazione già a febbraio quando aveva istituito con un decreto il Consiglio superiore della magistratura provvisorio, in sostituzione dell'organo costituzionale indipendente preesistente.

Dopo aver accusato alcuni giudici di cospirazione , di protezione dei corrotti e di aver ostacolato processi in casi di terrorismo, Kais Saied ha ritenuto necessaria un'integrazione del precedente decreto.

Il presidente si è autoconferito il potere di rimuovere ogni giudice sospetto di influire negativativamente sull'indipendenza e il buon funzionamento dell'organo giudiziario.

Saied aveva destituito il capo del governo lo scorso luglio e aveva sospeso le attività del parlamento per poi scioglierlo lo scorso Marzo. I

L'operato del presidente tunisino, che ormai legifera quasi esclusivamente per decreti, sta provocando estrema contrarietà fra il popolo tunisino, che da mesi scende in piazza per manifestare contro le misure e chiedendo un dialogo politico inclusivo.