OSCE: voto in Ungheria e Serbia regolare, ma...

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Viktor Orbàn, dopo aver ottenuto un quarto mandato consecutivo alle elezioni parlamentari ungheresi
Viktor Orbàn, dopo aver ottenuto un quarto mandato consecutivo alle elezioni parlamentari ungheresi   -   Diritti d'autore  Petr David Josek/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Un voto libero ma scorretto, esattamente come nel 2018. Questo è quanto emerge dalle prime osservazioni della missione dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce) sulle elezioni ungheresi, che hanno visto trionfare ancora una volta il nazional-conservatore Viktor Orbàn e il suo partito Fidesz.

Secondo i 200 osservatori inviati in Ungheria, il voto si è svolto in modo regolare, ma è stata la mancanza di condizioni di parità tra i candidati in campagna elettorale ad aver influito sul risultato.

"La trasparenza e l'insufficiente controllo delle finanze della campagna elettorale hanno ulteriormente avvantaggiato la coalizione di governo", spiega in conferenza stampa Kari Henriksen, coordinatrice della missione Osce. "La base e la mancanza di equilibrio nella copertura delle notizie e l'assenza di dibattiti tra i principali concorrenti limitano significativamente l'opportunità degli elettori di fare una scelta infromata".

L'Osce ha criticato allo stesso modo le elezioni presidenziali, parlamentari e amministrative tenutesi nella vicina Serbia, sempre questa domenica. "Si sono svolte su un campo di gioco impari", con una serie di carenze che hanno fatto pendere l'ago della bilancia a favore del presidente uscente Aleksandar Vucic e del suo Partito Progressista Serbo (Sns), ha dichiarato l'organizzazione in merito.