This content is not available in your region

Ucraina: Benvenuti, progetto Fondazione Agnelli nelle scuole

Access to the comments Commenti
Di ANSA
A Torino percorsi di alfabetizzazione di lingua italiana
A Torino percorsi di alfabetizzazione di lingua italiana

(ANSA) – TORINO, 18 MAR – Si chiama Benvenuti il progetto
che la Fondazione Agnelli proporrà dall’ultima settimana di
marzo nelle scuole torinesi con percorsi di alfabetizzazione di
lingua italiana per la prima accoglienza dei bambini e dei
ragazzi ucraini in fuga dalla guerra. “Anche a Torino – spiega il direttore Andrea Gavosto – le
scuole hanno cominciato ad accogliere ragazzi e ragazze, di ogni
età, in arrivo dall’Ucraina. I flussi sono destinati
probabilmente ad aumentare nelle prossime settimane, perciò è
importante aiutare lo sforzo delle scuole. Servono iniziative di
supporto, che rispondano con flessibilità ai bisogni nella fase
attuale dell’emergenza, ma sappiano guardare anche oltre, perché
è possibile che la guerra costringa questi ragazzi a restare nel
nostro Paese per un periodo anche lungo. Un’esigenza
fondamentale è dare i primi elementi della lingua italiana per
permettere loro di orientarsi nel nuovo contesto di vita dove
sono stati proiettati all’improvviso e per beneficiare delle
attività scolastiche. Il nostro progetto nasce per questo”. Il progetto nasce in accordo con l’Ufficio Scolastico
Provinciale di Torino e sarà svolto in collaborazione con Asai -
Associazione di Animazione Interculturale, con la quale la
Fondazione ha già lavorato a lungo nel programma Italiano per
Studiare, rivolto agli studenti di origine straniera. Asai
avvierà e realizzerà i percorsi che costituiscono la principale
offerta del progetto, che vedrà anche la collaborazione dei
giovani docenti del programma di Teach for Italy attivo nelle
scuole torinesi. Franca Bosc, docente di linguistica e di
Italiano L2 all’Università di Torino, dà consulenza scientifica
e didattica al progetto. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.