This content is not available in your region

Ucraina: bimbi profughi 'quando rivedremo nostri genitori?'

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Salvati da missione Juve hanno incontrato Tajani e Cirio
Salvati da missione Juve hanno incontrato Tajani e Cirio

(ANSA) – CUNEO, 17 MAR – “Quando torneremo a casa? Quando
rivedremo i nostri genitori? Perché non applicate la no fly
zone?”. Sono le tante domande rivolte ieri sera
all’europarlamentare Antonio Tajani e al governatore del
Piemonte Alberto Cirio dai giovanissimi ucraini. Profughi
arrivati a La Morra, in provincia di Cuneo, grazie a una
missione umanitaria organizzata dalla Juventus. Sessanta minori, alcuni arrivati in Piemonte senza i
genitori, che la missione umanitaria della Juventus ha raccolto
nel fine settimana nella città ungherese di Zahony anche in
seguito a una richiesta di aiuto della Federazione Calcio
ucraina per portare in salvo i bambini e i ragazzi delle scuole
calcio evacuati da Kiev, Kharkiv e dalle altre zone colpite dai
bombardamenti. Con loro anche trenta adulti, soprattutto mamme, ospitati
grazie alla Protezione civile all’hotel Santa Maria. “Per
favore, fate finire la guerra il prima possibile”, è l’appello
di una mamma. I ragazzi hanno già iniziato le prime lezioni di
italiano e sono seguiti da due interpreti. “Bisogna lavorare
molto. E pregare. L’Europa ha emesso sanzioni contro la Russia
per convincere Putin a sedersi a un tavolo e trovare la pace -
ha risposto Tajani -. Al Parlamento europeo abbiamo votato tutti
a favore dell’ingresso dell’Ucraina nella Ue: se accadrà ci
saranno nel parlamento i vostri rappresentanti, magari in futuro
qualcuno di voi”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.