This content is not available in your region

Sudafrica, la ritrovata libertà delle quattro tigri argentine abbandonata in un vagone di un treno

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
euronews_icons_loading
Le tigri salvate in Argentina
Le tigri salvate in Argentina   -   Diritti d'autore  screenshot video

Erano state abbandonate dai diverse compagnie circensi e tenute per anni in piccole gabbie di metallo. Ora Messi, Sandro, Mafalda e Gustavo, quattro tigri dell’Argentina hanno ritrovato il loro habitat naturale grazie anche all’impegno e all’aiuto degli animalisti di mezzo mondo che si attivati per salvarle. 

Dopo un lungo viaggio, le quattro tigri sono arrivate al Big Cat SanctuaryLionsrock”, nella riserva per grandi felini vicino Bethlehem, in Sudafrica. Un calvario molto lungo, ha sottolineato Amir Khalil, veterinario e direttore soccorso Four Paws. “Gli animali hanno combattuto ma sono vivi e ora possono godersi una vita felice.”

A loro disposizione ora uno spazio sicuro e all’aperto. Hildegard Pirke, Manager presso Lionsrock ci racconta che questo posto è una grande riserva, un progetto della Fondazione Four Paws, un’organizzazione mondiale che si occupa del benessere e della salvaguardia degli animali.

“La proprietà è stata acquistata nel 2006, racconta il Direttore, abbiamo iniziato a costruire molte aree e recinzioni. Ambienti naturali per diversi leoni che sono stati salvati negli anni. Quello che facciamo qui dare agli animali una casa sicura per tutta la vita e la libertà che meritano."

Un calvario durato 15 anni

La storia, o meglio il calvario, inizia quindici anni fa quando due tigri, un maschio di 18 e una femmina di 15 anni, vengono abbandonati da un circo itinerante. Vengono lasciate in un vagone di un treno abbandonato in Argentina. All’inizio un contadino del posto si occupava di lasciare loro del cibo. Poi per le due tigri inizia una vita in cattività.

“La carrozza del treno è stata sporca di escrementi e avanzi di carne e ossa per molto tempo – racconta il dottor Amir Khalil, il veterinario che guida la missione di salvataggio di Four Paws. Erano racchiuse in 75 metri quadrati. Dopo qualche tempo nascono due piccoli tigri. E lo spazio diventa sempre più ristretto per animali di queste dimensioni.

Il caso arriva sul tavolo dell’ONG Four Paws che decide di offrire assistenza e aiuto alle autorità locali per un trasferimento. Dopo un iter burocratico arriva il via libera del Ministero dell'Ambiente e dello Sviluppo Sostenibile per spostare le tigri in Sudafrica. In tutto il mondo sono rimaste soltanto circa 3.900 tigri libere di vivere nella natura.

Risorse addizionali per questo articolo • Agenzie internazionali