This content is not available in your region

Qatar: lo donne nello sport per abbattere gli stereotipi

Di Euronews
euronews_icons_loading
Qatar: lo donne nello sport per abbattere gli stereotipi
Diritti d'autore  euronews

Lo sport in Qatar è sempre più diffuso anche tra le donne. Alcune di loro competono a livello internazionale e sono diventate dei modelli di riferimento per i giovani del paese. Ma cosa serve davvero per arrivare ai livelli più alti nella propria disciplina? Ne abbiamo parlato con tre delle sportive più popolari del Qatar.

Yasmia Ghanem porta il golf nelle scuole

La golfista Yasmian Ghanem si è unita alla nazionale del Qatar nel 2008. Da allora ha partecipato a vari tornei in tutto il mondo. Visita spesso le scuole e le università locali per incoraggiare le ragazze a perseguire la loro passione. La base di Yasmian è il Doha Golf Club, che dal 1996 si impegna a rendere il golf il più inclusivo possibile con lezioni dedicate alle donne che vogliono provare per la prima volta questo sport.

L'Education City Golf Club ha aperto i suoi green al pubblico nel 2019: le donne, come gli uomini, beneficiano di 8.000 ore di coaching all'anno.Gli allenatori del Club provengono da tutto il mondo. Tra loro c'è Rachel Choi, che sta aiutando i più giovani a perfezionare il loro swing. "C'è lo stesso numero di ragazzi e ragazze, soprattutto tra i giovani - dice Choi -. Mi piacerebbe vedere più adolescenti. Penso che l'importante sia divertirsi, soprattutto a quell'età. Incoraggio sempre le mamme dei bambini a venire qui e a formare gruppi con i loro amici, è davvero emozionante vedere il numero di membri crescere, soprattutto tra i bambini e le donne".

Euronews
Lolwa Al Marri è la presidente del Comitato sportivo femminile del QatarEuronews

Una piattaforma per i talenti del paese

Il Comitato sportivo femminile del Qatar promuove e sviluppa le opportunità per le donne nello sport. La presidente del comitato, Lolwa Al Marri, ha una chiara visione del futuro dello sport femminile. E sa cosa serve per trasformare questa visione in realtà. "Il Comitato ha due ruoli principali - dice Al Marri -. Uno è quello di lavorare con le Federazioni Nazionali e il Comitato Olimpico per formare le squadre che parteciperanno alle Olimpiadi, rappresentando il Qatar. E l'altro è di incoraggiare tutta la comunità a praticare lo sport e a inserirlo nel proprio stile di vita. Abbiamo programmi che permettono a donne di tutte le età di praticare uno sport".

Lo sport per andare oltre gli stereopiti

Mariam Farid è una stella dell'atletica qatariota. Nel 2019 a Doha, in occasione dei primi Mondiali di atletica disputati in Medio Oriente, ha rappresentato il Qatar nei 400 metri ostacoli. È stato l'inizio di una trasformazione positiva. "Ho atteso a lungo che il medio oriente ospitasse i mondiali di atletica per la prima volta - dice Farid -. Abbiamo bisogno che più donne ci vedano e si sentano ispirate per superare gli stereotipi".

Reem Al-Sharshani pratica il tiro a volo da quando aveva 15 anni. Oggi ne ha 20 anni e ha già vinto una medaglia di bronzo in Coppa del Mondo. Reem ha grandi obiettivi per il futuro: "Voglio partecipare alle Olimpiadi, qualificarmi e vincere la medaglia d'oro. Voglio essere orgogliosa di me stessa per aver scelto questo sport e rendere orgogliosa la mia famiglia, il mio paese".

Luis Acosta/AFP
Tala Abujbara è stata la prima donna del Qatar a competere nel canottaggio alle OlimpiadiLuis Acosta/AFP

Tala Abujbara è stata la prima donna del Qatar a competere nel canottaggio alle Olimpiadi del 2020 in Giappone. "Il canottaggio ha probabilmente fatto meglio di molti altri sport in termini di uguaglianza di genere e opportunità nello sport - dice Abujara -. Alle Olimpiadi, per esempio, gareggiano lo stesso numero di donne e uomini. L'altra cosa che amo del canottaggio è che, quando stai guardando una gara da lontano, non puoi dire se siano uomini o donne a remare. Gareggiamo nelle stesse discipline, sulle stesse distanze. Usiamo lo stesso equipaggiamento. Ci vestiamo persino allo stesso modo. Penso che questo sia qualcosa di molto bello, rende speciale questo sport".