EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Il teqball spopola in Serbia, che vince il Mondiale

Screengrab
Screengrab Diritti d'autore from Euronews video
Diritti d'autore from Euronews video
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Si gioca coi piedi, eppure non è calcio: parliamo di teqball, sport che nasce dieci anni fa in Ungheria e combina elementi di calcio e ping pong

PUBBLICITÀ

Si gioca coi piedi, eppure non è calcio: parliamo di teqball, sport che nasce dieci anni fa in Ungheria e combina elementi di calcio e ping pong.

Il doppio della Serbia ha vinto una medaglia d'oro al campionato del mondo, svoltosi in Polonia, battendo la Romania in finale.

"Il sorteggio è stato difficile - dice il giocatore Nicola Mitro - abbiamo giocato contro gli ungheresi che sono i migliori al mondo, abbiamo vinto contro di loro, in finale è stato solo un altro episodio della storia iniziata nel 2020.

Durante la pandemia, ci siamo allenati per due anni interi e abbiamo vinto il titolo contro le migliori squadre mondiali".

from Euronews video
Screengrabfrom Euronews video

In pratica, i giocatori colpiscono il classico pallone calcistico con una qualsiasi parte del corpo, eccezion fatta per braccia e mani.

Nel 2018, i serbi hanno già vinto un titolo mondiale gareggiando per il Montenegro, che ha dato loro migliori condizioni di allenamento.

Ora sono tornati in Serbia, ma le condizioni non sono migliorate: si allenano tre volte a settimana solo se la palestra è disponibile.

Ottenere uno status olimpico per questo sport aiuterebbe a migliorarne le strutture in Serbia, sì da ipotizzare un futuro professionale come alcuni colleghi in Ungheria e Romania.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Alla scoperta di Mokra Gora, tra i migliori villaggi turistici al mondo

La Serbia in piazza contro lo sfruttamento delle miniere

Reims capitale del Teqball