This content is not available in your region

Roma, pranzo di Natale con i poveri a Santa Maria in Trastevere

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
AP Photo
AP Photo   -   Diritti d'autore  Gregorio Borgia/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Una basilica nel cuore di Roma ha aperto i battenti per ospitare il pranzo di Natale dei poveri e dei richiedenti asilo, organizzato dalla Comunità di Sant'Egidio.

A Santa Maria in Trastevere sono tornate le tavolate addobbate a festa, anche se col dovuto distanziamento.

Papa Francesco ha pregato per la fine della pandemia, sollecitando assistenza sanitaria per tutti.

In questo tempo di pandemia - dice il Pontefice - ci siamo resi conto sempre più che la nostra capacità di relazione sociale è messa a dura prova; c'è una tendenza crescente a ritirarci, a fare tutto da soli, a fermarci sforzandosi di incontrare gli altri e di fare le cose insieme.

Anche a livello internazionale c'è il rischio di evitare il dialogo, il rischio che questa crisi complessa porti a prendere scorciatoie piuttosto che intraprendere strade più lunghe del dialogo".

Gregorio Borgia/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
AP PhotoGregorio Borgia/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Circa 150 tra senza fissa dimora, Rom, famiglie in difficoltà e rifugiati hanno prrso parte all'iniziativa.

Tra loro c'era Grace Enjei, camerunense di 24 anni, che solo poche settimane fa viveva in una piccola tenda blu situata a Cipro nella cosiddetta zona cuscinetto pattugliata dall'ONU.

La Comunità di Sant’Egidio, che ha lanciato per la prima volta il suo programma per il pranzo di Natale quasi 40 anni fa, punta a raggiungere in questi giorni di festa 80mila persone in Italia e 240mila nel mondo.