This content is not available in your region

Taiwan sempre più isolata: il Nicaragua le volta le spalle e si allea con la Cina

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Taiwan sempre più isolata: il Nicaragua le volta le spalle e si allea con la Cina
Diritti d'autore  Miguel Alvarez/Copyright 2017 The Associated Press. All rights reserved.

Il Nicaragua rompe con Taiwan e si riavvicina a Pechino. Il ministro degli Esteri nicaraguense, Denis Moncada Colindres, ha annunciato giovedì l’interruzione dei rapporti diplomatici con l’isola indipendente, che Pechino rivendica. "Il governo della Repubblica di Nicaragua dichiara di riconoscere che nel mondo esiste una sola Cina", ha detto.

Una decisione presa con rammarico da Taipei. "Taiwan si rammarica profondamente che il governo Ortega abbia deciso di ignorare la lunga e stretta amicizia tra il popolo del Nicaragua e quello di Taiwan", ha detto la portavoce del Ministero degli Esteri, Joanne Ou.

Il cambio di direzione di Managua (uno dei pochi a riconoscere Taiwan come Paese indipendente) arriva proprio nella giornata mondiale dei diritti umani, nella quale gli attivisti taiwanesi hanno lanciato una campagna per il boicottaggio dei Giochi Olimpici Invernali di Pechino.

La mossa aumenta l'isolamento diplomatico di Taiwan sulla scena internazionale, anche se l'isola autogovernata intensifica gli scambi ufficiali con Paesi come Lituania e Slovacchia, che non la riconoscono formalmente come Stato.

Ora Taipei è sempre più isolata, con 14 alleati diplomatici rimasti nel mondo (nel 2017 erano 21): in Europa c'è solo il Vaticano.