This content is not available in your region

Ucraina, operazione al confine con la Bielorussia per impedire l'afflusso di rifugiati

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
AP Photo
AP Photo   -   Diritti d'autore  AP/AP

L'Ucraina lancia un'operazione speciale al confine con la Bielorussia denominata 'Polesie'.

Secondo il servizio di frontiera dello Stato, l'obiettivo dichiarato è quello di impedire l'afflusso di rifugiati dal Medio Oriente, attualmente in territorio bielorusso.

Coinvolti nella protezione dei confini sono l'Esercito, la Guardia nazionale e gli agenti di Polizia, che pattugliano le strade prossimali, istituiscono posti di blocco sulle autostrade e inaspriscono i controlli alle fermate degli autobus e alle stazioni ferroviarie.

Efrem Lukatsky/AP
AP PhotoEfrem Lukatsky/AP

Così l'Ucraina conta di opporsi ai tentativi di irruzione da parte di gruppi di migranti illegali che non sono riusciti ad attraversare il confine bielorusso-polacco.

In questi giorni, il governo ha stanziato circa 7 milioni di euro per rafforzare i confini settentrionali: Kiev teme anche che il confine con la Bielorussia, Paese stretto alleato della Russia, possa essere utilizzato da quest'ultima per organizzare un assalto militare.