EventsEventiPodcast
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Balneari: Capacchione (Sib),"causa giusta, andremo in fondo"

Presidente a Confcommercio Marche, senza Cons. Stato "ingiusta"
Presidente a Confcommercio Marche, senza Cons. Stato "ingiusta"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ANCONA, 22 NOV - "La nostra è una causa giusta: per questo andremo fino in fondo!". Così il Presidente Nazionale del Sib-Confcommercio (il Sindacato dei Balneari) Antonio Capacchione che ha partecipato stamattina ad Ancona, nella sede Confcommercio Marche Centrali, all'assemblea, organizzata da Confcommercio Marche per affrontare i temi connessi alla recente sentenza del Consiglio di Stato sulle concessioni balneari. La decisione ha messo in forte allarme il comparto che, rappresentato da Sib-Confcommercio, si sta muovendo a livello nazionale e regionale con iniziative utili a individuare una strategia condivisa per tutelare le imprese. Proprio sulla strategia si è concentrato il Presidente Capacchione, che di fronte agli operatori del settore ha sottolineato la portata di una sentenza che è "sbagliata e ingiusta, per questo siamo disposti a ricorrere in ogni sede". Il Presidente ha ricordato come questa sentenza sia una sorta di "schiaffo al Parlamento e alla Corte Costituzionale e va oltre la sentenza della Corte di Giustizia. Ci viene detto che in questo modo si applica il diritto europeo ma deve essere chiaro che non è così. Per questo vogliamo mettere le carte in tavola per ragionare su quale sia la prospettiva giusta con la quale affrontare una questione toccata in un modo così tanto sbagliato. È un momento in cui dobbiamo stare uniti e dare una risposta forte, chiara ed unitaria!". L'incontro di questa mattina è stato coordinato dal Direttore Generale Confcommercio Marche Massimiliano Polacco che ha sottolineato: "non stiamo parlando di una questione legata soltanto al settore balneare, ma di un intero sistema che deve essere difeso in quanto apprezzato dagli italiani e dagli stranieri". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

"All eyes on Rafah", in milioni condividono l'immagine AI sui social dopo le stragi alle tendopoli

Elezioni europee: Euronews intervista Anders Vistisen, spitzenkandidat di Identità e Democrazia

Le notizie del giorno | 29 maggio - Serale