This content is not available in your region

Pnrr: Giani convoca sindaci Toscana, qui 1,5 mld concreti

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Alla prima riunione tutti presenti i 10 capoluoghi di provincia
Alla prima riunione tutti presenti i 10 capoluoghi di provincia

(ANSA) – FIRENZE, 02 NOV – Intensa mattinata di confronto sul
Pnrr alla Regione Toscana, dove il governatore Eugenio Giani ha
convocato il primo appuntamento per impostare il lavoro di
squadra da fare con i Comuni e gli altri enti locali. Presenti
tutti i sindaci capoluogo di provincia della regione o loro
delegati. Tra gli assenti il sindaco di Firenze, Dario Nardella
(a Vienna per una missione istituzionale) sostituito dal
direttore generale Giacomo Parenti e il sindaco di Lucca che ha
mandato un suo delegato. “Hanno partecipato la grandissima
maggioranza di sindaci e presidenti di provincia della nostra
regione – ha detto Giani – e hanno parlato tutti i nostri otto
assessori dando le indicazione di come le sei missioni si
esprimono in linee di finanziamento che in Toscana hanno già
raggiunto concretezza per almeno 1,5 miliardi”. “Al di la delle
diverse forze politiche, maggioranza e opposizione, – ha
aggiunto Giani – è stato un dibattito costruttivo, molto
concreto che prepara il confronto con i sindaci e con i
consiglieri regionali. E poi il 15 ci sarà l’incontro con i
parlamentari”. “Il Pnrr impedisce di poter sostenere spese per
le strade, quindi né la Fi-Pi-Li, né la Tirrenica potranno
essere sostenute perché è una scelta strategica fatta dal
parlamento che ha votato il documento che non consente di
finanziare strade”, ha concluso spiegando che “l’unica strada
che è possibile finanziare è a 1,5 miglia dal mare ed è a
supporto dei porti, quindi ci sarà l’intervento che consente il
collegamento dal porto di Piombino alla connessione di Gagno.
Per i grandi interventi infrastrutturali stradali dobbiamo
trovare altre risorse perché nel Pnrr non sono previste”.
(ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.