Da 60 anni in marcia per la Pace da Perugia ad Assisi

frame
frame Diritti d'autore frame
Diritti d'autore frame
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Don Luigi Ciotti (Libera): "No al fascismo, i fatti di Roma richiedono risposte ferme"

PUBBLICITÀ

È arrivata alla sessantesima edizione la marcia per la Pace Perugia-Assisi, fondata dal padre italiano della nonviolenza, Aldo Capitini. Quest'anno in cammino anche don Luigi Ciotti, animatore di Libera, associazione che si batte contro le mafie.

"Innanzitutto no alla retorica della pace perché negli ultimi 60 anni ogni nuova guerra è stata annunciata in nome della pace", chiarisce don Luigi.

La marcia cade all'indomani degli assalti squadristi contro la sede della Cgil a Roma, una azione per la quale sono state arrestate 12 persone, tra le quali il leader di Forza Nuova, Roberto Fiore, e che preoccupa per la facilità con cui è potuta avvenire.

"No al fascismo, no a tutti questi tipi di violenza. Quello che è successo ieri richiede una risposta di fermezza", sottolinea don Ciotti.

Alla marcia, a cui è pervenuto un messaggio di solidarietà di papa Francesco e uno di incoraggiamento del presidente Mattarella, ha partecipato anche Mimmo Lucano, ex sindaco di Riace recentemente condannato a 13 anni di carcere per irregolarità nella gestione dell'assistenza ai migranti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

I sette mesi (di terapia) del condor delle Ande: guarito e liberato nei cieli del Perù

Elezioni europee, tutto quello che c'è da sapere per andare alle urne informati

Europee, ufficialmente aperta la campagna elettorale in Italia con la presentazione dei simboli