EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Corsica sempre più green. Nuovo tipo di ancoraggio per gli yacht

Corsica
Corsica Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In Corsica so sta sperimentando un nuovo tipo di boa per proteggere i fondali dalle ancore delle barche

PUBBLICITÀ

Spiagge sempre più green. La Corsica è da sempre meta di turisti da tutta Europa. Per salvaguardare l’ecosistema del mare l’isola ha recentemente sperimentato delle speciali boe attraccate a delle basi sottomarine.

Si tratta di un sistema per evitare che gli yacht sopra i 24 metri mettano le ancore nella sabbia, danneggiando la Posidonia, una delle piante acquatiche essenziali per il Mare Mediterraneo. Molte di queste specie vengono a nutrirsi e a riprodursi proprio in queste acque cristalline e agiscono anche come barriera contro l'erosione del suolo.

Posidonia essenziale per la biodiversità

Tuttavia, oggi, i danni dovuti agli attracchi delle barche sono significativi, come ci spiega anche Thibault Lavernhe, portavoce del Prefetto Marittimo del Mediterraneo: "Si stima che il degrado riguardi circa 7.500 ettari, che è una parte significativa della superficie che la Posidonia occupa nel nostro mare. Le cause sono molte, ma la principale è l'ancoraggio. Il fatto che una nave getti l'ancora, che poi colpisce il fondo dove si trovano la pianta erbacea, ha un effetto devastante, prima e dopo l’attracco.”

Le autorità locali stanno puntando il dito proprio sugli yacht che regolarmente in estate fatto rotto in Corsica e a Bonifacio, la splendida città a soli dodici chilometri dalla Sardegna.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Francia: tumori identificati con l'AI, svolta nella ricerca

Francia, Macron propone un'ora nelle scuole per parlare di antisemitismo

Francia, Bardella: l'Ucraina deve difendersi ma non invieremo i soldati francesi a combattere