ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Usa, cala popolazione bianca. E' la prima volta dal 1790

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Usa, cala popolazione bianca. E' la prima volta dal 1790
Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Dal New York a Los Angeles, passando per Miami. La popolazione bianca negli Stati Uniti è calata per la prima volta in termini assoluti dal 1790, anno in cui si cominciarono a raccogliere dati relativi al censimento.

Nel 2020 il numero delle persone che si identificano come "bianchi non di origine ispanica" è sceso di 5 milioni, attestandosi a 191 milioni e 700 mila persone: un calo del 2,6%. Secondo l'Ufficio demografico americano, i bianchi sono passati dal 63,7% del 2010 al 57,8% del 2020.

Michael Schneider dell’Associated Press i fa notare che la grande novità che emerge dai dati della pubblicazione è che la popolazione bianca è diminuita per la prima volta in assoluto, anche se resta il maggior gruppo etnico negli Stati Uniti. La percentuale complessiva sta comunque diminuendo. In passato le cause erano dovute all'immigrazione, un fattore che ha avuto un ruolo anche nell'ultimo decennio. Altro fattore che ha inciso è il tasso di natalità che è diminuito tra le donne bianche.”

Diminuiscono i bianchi, aumentano gli ispanici

Per quanto riguarda la distribuzione, la popolazione delle aree metropolitane è cresciuta del nove per cento: in queste zone vive l’86 per cento degli abitanti. Il 52 per cento delle contee ha registrato cali demografici, mentre gli incrementi si concentrano proprio nelle aree metropolitane, specialmente nel sud e nell’ovest.

La contea di Los Angeles si conferma la più grande, con dieci milioni di abitanti. La città più grande resta New York con 8,8 milioni. Infine, per quanto riguarda le quote di adulti e minor, il primo gruppo (sopra i 18 anni) è cresciuto del 10,1 per cento fino a comprendere 258,3 milioni di persone.

Dati che indicano come sia invece raddoppiata in 30 anni la comunità ispanica, arrivata quasi al 20%, mentre quella afroamericana rimane stabile intorno al 12,5% , con gli asiatici al 6% (negli anni '90 erano la metà). Nel complesso la popolazione americana nel 2020 era di 331 milioni di persone, con un trend di crescita che negli ultimi dieci anni è il più basso dagli anni '30. tra i più giovani, quelli sotto i 18 anni.

Risorse addizionali per questo articolo • ANSA